UN BLOG... PER TENERTI SVEGLIO

UN BLOG... PER TENERTI SVEGLIO

VOLCANIA RADIO IN COLLABORAZIONE CON DAVIDICKE.COM

VOLCANIA RADIO IN COLLABORAZIONE CON DAVIDICKE.COM
LE NOTIZIE CHE I MEDIA NON DICONO. TUTTE LE SERE DALLE H. 20.00 ORA UK (in English)

SUCCEDE...

SECCEDE CHE , CASUALMENTE OF COURSE, SUCERTI POST, COMPAIANO DELLE SOVRASCRITTURE. I LETTORI COMPRENDERANNO...

DISPOSITIVO QXCI-SCIO: RIEQUILIBRI PER UNA GUARIGIONE NATURALE

DISPOSITIVO QXCI-SCIO:  RIEQUILIBRI PER UNA GUARIGIONE NATURALE
biofeedback quantico, antistress, riequilibrio emozionale

lunedì 22 settembre 2014

TERRORISTI ISIS, PENDOLARI SUL TRAM A ISTANBUL,TURCHIA?




QUI IL VIDEO SU YOUTUBE

Pubblicato il 19/set/2014
Una coppia di iracheni ha scorto di recente due militanti del gruppo terroristico  "Islamic State" (ovvero ISIL or ISIS) su un tram a Istanbul . Sono stati in grado di filmarli con un cellulare. Tutto questo nel mezzo della polemica dell'Occidente sul fatto che il governo turco stia fornendo supporto all'ISIS, non solo nell'assisterli ad entrare in Siria dai suoi territori, ma anche fornendo loro rifugio, armi e trattamento medico iracheni. La Turchia ha anche deciso di non partecipare alla coalizione militare ANTI-ISIS , condotta dagli USA e che include anche stati che sponsorizzano il terrorismo, come l'Arabia Saudita  e Quatar 

tradotto dalla fonte youtube del filmato
-----------

estratti da: http://www.prisonplanet.com/video-isis-terrorists-openly-commute-on-subway-in-istanbul-turkey.html
(...) Il video indica che i due uomini che indossano l'attrezzatura ISIS stanno facendo i pendolari nella città turca , di oltre 14milioni di abitanti.
I due uomini appoint calmi e rilassati in pubblico, cosa che ci si potrebbe aspettare dato che non solo ci sono dei magazzini nel paese NATO che vendono merce ISIS , ma che il   governo turco ha anche addestrato i militanti ISIS perché  combattano in Siria. 
“E' stato trovato almeno un negozio di abbigliamento a  Bagcilar, un quartiere di operai vicino alla periferia di  Istanbul, che vende  T-shirts, cappelli, pantaloni con tasconi e bandane con immagini dello Stato Islamico,”  così reporta  Fox News.
La Turchia è una delle maggiori fonti di combattenti stranieri per ISIS  e molti di questi militanti hanno ricevuto addestramento ed equipaggiamento dal governo turco vicino  alla base aeronautica di  Incirlik in Turchia, dove si trovano il personale militare e l'equipaggiamento .

domenica 21 settembre 2014

SENATO 5STELLE, LEZZI E RIFORME: CONTI ED ELENCO DELLE IPOCRISIE E SPRECHI AI DANNI DEI CITTADINI .


ASCOLTARE PER SVEGLIARSI.



dove sta la fila???... alle "menzogne rassicuranti"
chi è senza coda?  Le verità spiacevoli

sabato 20 settembre 2014

UN ALTRO ORRORE INUMANO SUL PIANETA: I CAMPI DI OSTAGGI NEL SINAI



trafficanti di esseri umani... Secondo la portavoce tutto comincio' con la morte di Gheddafi . La moltitudine noi ha saputo piu' dove dirigersi. "Israele cambia le sue politiche quindi nessuno di loro vuole andare in Israele", dice. .
Migliai le persone torturate e uccise.


Pubblicato il 26/giu/2014


Eserciti di rifugiati africani  cercano asilo in ISraele ma diventano oggetto di trafficanti di esseri umani.che hanno costruito i loro campi di torturanel Sinai.
Piu' di 3000 migranti AL MESE arricvano dalla sola Eritrea. 
Molti di loro sono sttai rapiti e torturati fino a che le loro famiglie non pagano.
Se non lo fanno i trafficanti uccidono gli ostaggi. Piu' di 4000 persone sono già state uccise dal 2008, circa 1000 si pensa siano ad ora in schivitù

venerdì 19 settembre 2014

SCOZIA: REFERENDUM INDIPENDENZA. BROGLI ELETTORALI? STRANI VIDEO...



MISTERIOSI CERCHI DI GRANO IN BAVIERA


http://www.segnidalcielo.it/wp-content/uploads/2014/07/crop-Ammersee1.jpg

Sono apparsi all’improvviso la settimana scorsa in un campo nei pressi Raisting, in Baviera: tre grossi cerchi disegnati nel grano. La notizia dei «crop circles» è subito finita su molti siti d’informazione e blog e la zona invasa ogni giorno da centinaia di curiosi. Ovvio che il pensiero è subito andato a fantomatici alieni o potenziali messaggi da parte di extraterrestri. L’opera, che misura 75 metri di diametro, è sorta a poche centinaia di metri da un’antenna parabolica, ora in disuso, che nel 1969 permise la trasmissione in diretta tv in tutte le case d’Europa dello sbarco sulla Luna. 
FONTE E VIDEO: http://video.corriere.it/misteriosi-cerchi-grano-comparsi-baviera/4d448da4-1a2d-11e4-8091-75f99d804c44 

giovedì 18 settembre 2014

NAZIONI UNITE DELLE RELIGIONI: PERES LE VUOLE. INCONTRA PAPA FRANCESCO, "IN ASCOLTO"

abbraccio peres pope

Giovedi scorso, il Papa e l'ex  Presidente isreliano Shimon Peres, si sono incontrati per una conversazione privata di 45 minuti. Fulcru di questa discussione è stata la proposta fatta da Peres, di stabilire un “United Nations of Religions” (Nazioni Unite delle Religioni) 

Si è trattato del terzo meeting tra i due uomini, in poco più di quattro mesi. Come potete vedere nel seguito, Papa Francesco
" ha mostrato il suo interesse, attenzione e incoraggiamento" quando Peres ha esposto la sua proposta.
Naturalmente Papa Francesco non si è impegnato per alcuna cosa, e probabilmente non vedremo a breve un  “United Nations of Religions”, ma ogni idea deve avere il suo inizio da qualche parte...
Se il Papa infine decidesse di spingere per una simile cosa, potremmo forse vedereun unico corpo globale che rivendica di rappresentare tutte le religioni del mondo?
E' molto insolito per il Papa incontrarsi con un leader mondiale per tre volte in poco più di 4 mesi . Ma è questo ultimo incontro tra Papa Francesco e Shimon Peres  che ad ora è stato quello piu' degno di nota.
Ecco come Fox News lo ha riportato…
Il Presidente Israeliano in pensione, Shimon Peres ha proposto a Papa Francesco una nuova iniziativa di pace globale: un “United Nations of Religions,” dato che  la piu' parte delle guerre oggi, ha sottocorrenti religiose e non nazionaliste. 
“Cio' di cui abbiamo bisogno è una organizzazione di Religioni Unite … come modo migliore per combattere il terrorismo che uccide in nome della fede,” ha detto Peres . “Cio' di cui abbiamo bisogno è di una autorità morale indiscutibile che dica a voce alta: "No, Dio non lo vuole e non lo permette .’”
[Qualcuno avverte smarrimento, stupore confusione nel leggere queste ultime parole? Tranquilli: è solo il linguaggio arcontico: distorcere, manipolare, negare, ndr ] 



peres-pope-get-attachment-38-587x330

 Parodia da D. Icke: "Peres lo vuole? Allora deve essere proprio brutta  cosa. "Dico che voglio un ONU di religioni, ma voglio veramente la nostra Unica Religione Mondiale, da lungo tempo programmata, Cosi adorerete tutti il demone dei demoni, come vostro dio"













mercoledì 17 settembre 2014

DI BATTISTA: SPESI 333.000 EURO PER UNA TRADUZIONE TECNICA DI VEICOLI MILITARI IN GIBUTI !!

Sprechi militari, istruzioni per l’uso







Vi e’ mai capitato di domandarvi: “come ho fatto a spendere 100 euro che non ho comprato nulla?”. Capita a tutti e tutti sanno darsi una sola risposta: “li ho spesi in stronzate!”. Questo fa il governo, solo che non lo fa con i soldi suoi, lo fa con i nostri.

Non ci sono denari per sbloccare gli stipendi degli statali (sostiene la Madia), le scuole crollano, i genitori danno merenda e carta igienica ai figli, i posti letto negli ospedali sono sempre meno e guardate come spende i nostri soldi il governo Renzi.

Questo e’ un articolo del decreto di proroga delle missioni internazionali (altri 400 milioni di euro che se ne vanno per molte missioni inutili e dannose). Il comma 3 dell’articolo prevede la spesa di 333.000 euro. Con 333.000 euro, lo ricordo, diamo il reddito di cittadinanza per un anno a 27 italiani che vivono in povertà. Sapete a cosa servono questi 333.000 euro del comma 3? A tradurre dei manuali di utilizzo di alcuni veicoli che abbiamo (con lo scorso decreto missioni) regalato alla Repubblica di Gibuti.

333.000 per tradurre dei manuali? A parte il fatto che se proprio dobbiamo regalare dei mezzi a Gibuti (prima ci sarebbe da rifornire le scuole italiane di gessetti e carta igienica) meglio regalare 3 ambulanze (proposta del M5S) ma vi sembra accettabile questa cifra? 333.000 euro per una traduzione! Sono soldi nostri.

“Si tratta di manuali tecnici” ci ha risposto ieri il governo. A questo punto il mio collega Paolo Bernini ha scoperto sul web che a Gibuti quei mezzi li hanno già utilizzati in questi mesi e senza i manuali tecnici che gli dobbiamo ancora mandare dopo averli fatti tradurre. 

La risposta del sottosegretario alla difesa e’ stata la seguente: “e’ vero ma i manuali che gli stiamo mandando servono per la manutenzione, non per il funzionamento dei mezzi”.

Quando vi parlano in tv di crisi, di recessione in tutta Europa, di soldi che mancano non ci credete! I soldi ci sono, solo che molti se li rubano (corruzione più alta d’Europa) e molti altri li spendono in stronzate.

FONTE: http://www.lindipendenzanuova.com/sprechi-militari-istruzioni-per-luso/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=sprechi-militari-istruzioni-per-luso

martedì 16 settembre 2014

AMSTERDAM: POMODORI CONTRO SANZIONI RUSSE. SOFIA: MANIFESTAZIONE PRO RUSSIA. PRAGA: CONTRARIA A SANZIONI



Ad Amsterdam battaglia di pomodori per protestare contro le sanzioni russe

Nella piazza centrale di Amsterdam oggi è andata in scena una battaglia di pomodori in segno di protesta contro il blocco della Russia sulle importazioni di prodotti agricoli provenienti dalla UE.

Proprio per la lotta gli organizzatori hanno comprato 120mila pomodori non più buoni per essere mangiati. I biglietti per l'evento costavano 15 euro.
Dopo la battaglia la piazza è stata pulita e il denaro raccolto andrà a sostenere gli agricoltori colpiti dalle sanzioni russe.

Nella capitale bulgara ci sono state manifestazioni contro la guerra in Ucraina e di sostegno alla Russia.

Diverse centinaia di dimostranti con striscioni e bandiere sono sfilati per le strade di Sofia, dal palazzo dell'Assemblea Nazionale (Parlamento) fino al palazzo dell'amministrazione presidenziale.

I dimostranti hanno inoltre adottato una dichiarazione, in cui hanno sottolineato la necessità di uno stop immediato e completo della guerra in Ucraina e dei tentativi di coinvolgere la Bulgaria nelle “guerre di conquista” degli USA. In memoria delle vittime del conflitto ucraino sono state accese candele ed è stato fatto un minuto di silenzio.
 

Bohuslav Sobotka

Sanzioni più severe contro la Russia portano seri rischi. Lo ha dichiarato Bohuslav Sobotka, primo ministro della Repubblica Ceca.

Secondo il premier ceco, l'Europa può far male con queste sanzioni soprattutto a sè stessa. Sobotka ritiene che "il problema più grande" sia la risposta che "la Russia può assumere in relazione alle azioni UE."

Nell'ultimo vertice UE di Bruxelles, Sobotka ha criticato le sanzioni già prese contro la Russia.
 

lunedì 15 settembre 2014

VIDEO RUSSO: L'AMERICA VUOLE LA GRANDE GUERRA?

http://1.bp.blogspot.com/-II9KPWQcz8o/VBJAXdSE6DI/AAAAAAAAgU4/4zmj28UVdto/s1600/download.jpg 
si notino le scritte: "Abbiamo fede in Dio, ma serviamo il Male"

QUI IL VIDEO RUSSO CON I SOTTOTITOLI IN ITALIANO

la trascrizione dei relativi sottotitoli:
In tre mesi di scontri e combattimenti a Donbass, il governo di Kiev non è riuscito a sopprimere la ribellione della resistenza del popolo (filorusso). Un gesto militare incapace, migliaia di soldati uccisi, una disastrosa mancanza di finanziamenti, non danno al regime di Kiev una speranza alla vittoria. Le richieste sull’intervento della Nato sono state ignorate, perché il conflitto al Sud Est ucraino sembra locale. I tentativi di provocare la Russia alla guerra con l’Ucraina non hanno funzionato, neanche dopo l’abbattimento dell’aereo civile dall’esercito ucraino.

La responsabilità di questa tragedia orribile senza i risultati dell’ indagine (appena terminata e che parla dell’abbattimento del MH17 da parte di “molti oggetti ad alta velocità” (proiettili)), l’avevano subito attribuita alla Russia che supporta i resistenti. Con questo crimine il regime di Kiev voleva far apparire il conflitto come internazionale, facendo vedere a tutto il mondo che i resistenti sono i terroristi internazionali. Ma la dimostrazione della falsità delle intercettazioni, le prove inconfutabili del Ministero della Difesa russa hanno provato il coinvolgimento dell’esercito ucraino nella catastrofe aerea.


Questo omicidio provocatorio è stato realizzato da Kiev sotto la gestione dei servizi speciali americani con lo scopo di attirare i paesi Nato nella guerra con la Russia.
Ma a che serve la guerra agli USA? Per sanare i propri problemi economici, come avevano fatto nella prima e seconda guerre mondiali. Le accuse della Russia sull’aggressione permettono di applicare le sanzioni finanziarie che congelano gli attivi delle aziende russe, che a sua volta permette di scaricare centinaia di miliardi di dollari per alleggerire il peso del debito degli USA.


I rapporti economici rotti con la Russia peggioreranno lo stato economico dell’Europa e la indebolisce nella lotta concorrenziale con gli USA. E la destabilizzazione del sistema bancario stimola il deflusso dei capitali che sosterrà la piramide del dollaro. Coinvolgimento dei paesi europei nella guerra con la Russia amplifica la loro dipendenza politica dall’America che potrà imporre all’UE le soluzioni più vantaggiose per gli USA. Grazie alla guerra le industrie americane di produzione di armi avranno tanti ordini. L’economia degli USA fiorirà.


 Nello stesso tempo sarà molto più facile prendere il controllo sulla Russia indebolita dalla guerra, come era già successo negli anni ’90. In questo modo eliminando i concorrenti principali dal palcoscenico mondiale gli USA avranno un vantaggio strategico contro la Cina nella lotta globale sulla leadership in confronto ai paesi europei e la Russia che avranno solo una economia distrutta e una marea di cadaveri, invece gli americani vinceranno e solo perché una guerra sul territorio degli altri ha salvato gli USA tante volte. 

Ora si può dire con certezza che in Ucraina non si fermerà il genocidio della popolazione russa e le provocazioni saranno sempre più orribili e prima o poi la Russia dovrà introdurre l’esercito in Ucraina per evitare i milioni di vittime in Russia, in Ucraina, in Europa per questo i leader dell’ UE devono girare le spalle ai loro padroni oltreoceano e riconoscere che la Russia non difende solo i propri interessi nazionali, la Russia cerca di evitare l’inizia della Terza Guerra Mondiale. Altrimenti i sopravvissuti alla WW3 vedranno un nuovo “miracolo economico” americano.

LINK YOUTUBE: 

FARAGE NON SOSTIENE L'INDIPENDENZA SCOZZESE PERCHE' ,DICE, E' FALSA





Nigel Farage: l'indipendenza scozzese non è infatti indipendenza, ma  un maggior controllo della EU sulla Scozia.

  

domenica 14 settembre 2014

HUMOR PER PENSARE: DON DONATO, IL RISVEGLIATO: RISVEGLIATI ANCHE TU!




IL RISVEGLIATO - Le scie chimiche sono una bufala ecco la prova

(affermazione ironica ndr)

sabato 13 settembre 2014

CONFERMATA LOCATION MEETING BILDERBERG 2015: AUSTRIA

bb2015locationsm

l' Interalpen-Hotel Tyrol è un hotel 5 stelle ed un centro conferenze, a pochi km ad ovest di  Seefeld, ,località turistica di sci e collegata facilmente all'aeroporto di Innsbruck.
L' hotel è parte della proprietà privata  del Liebherr Group, un conglomerato gigante di produzione, sitaito in Svizzera, di proprietà della famiglia del  miliardario German Liebherr. 


conference2015
La  polizia austriaca ha confermato questa location. .Sarà la terza volta che il Bilderberg meeting viene tenuto in Austria, 27 anni dopo l'ultima occasione. 

Si pensa che la conferenza in questione verrà tenuta a  giugno 2015, anche se non è ancora stata confermata la data esatta.


venerdì 12 settembre 2014

L'EGEMONIA GERMANICA NELLA UNIONE EUROPEA

frau eu 20100111 400

La sostituzione del trio al vertice EU, Barroso-Van Rompuy-Ashton,  secondo l’esperto giornalista francese di Libération, J. Quetremer, porta una chiara interferenza della Merkel.

Il  nuovo trio è composto da :
  • J.C. Junkerpresidente, la cui nomina è stata molto  caldeggiata dalla Merkel, contro il desiderio di Londra.
  • Donald Tusk (premier polacco) Presidente del Consiglio Europeo [parla tedesco e russo...]
  • Alessandra Mogherini (dell "team"  italiano di Renzi) agli Esteri    

  •                                   Gli altri tedeschi eletti in ruoli chiave:

  • Uwe Corsepius, tedesco, già capo della sezione EU della Cancelleria federale, è oggi Segretario Generale del Consiglio dell’Unione Europea a Bruxelles (solo…2500 impiegati)
  • Klaus Welle, Segretario Generale del Parlamento EU, funzionario del piu’ alto livello, “ a cui Junker deve molto”
  • Klus Reglin capo del Meccanismo di Stabilità Europeo (ESM)
  • Werner Hoyer, Presidente della Banca Europea di Investimento (già Segretario del Minisero degli Esteri tedesco)
  • Martin Schultz, Presidente del Parlamento Europeo

    Inoltre dei 7 gruppi parlamentari, 3 sono sotto guida tedesca:
il Partito Popolare, guidato da Manfred Weber (CSU)
i Verdi, guidati da Rebecca Harns
La Sinistra Unita, con Gabi Zimmer (Die Linke)

Cosa dice di lei il Time”….
“Figlia di un pastore protestante [e di madre ebrea] che si stabilì nello stato del Brandeburgo, nella Germania dell’Est , la Merkel ha avuto ottime prestazioni in matematica e inizialmente ha fatto carriera come fisico. Crescendo nel luogo in cui era, scopri presto che esistevano limiti su cio’ che le sarebbe stato possibile fare . “Nella Germ
ania dell’Est" dice, finivamo sempre dentro limiti prima di essere in grado di scoprire i nostri limiti personali” 
>>> tutto l'articolo qui: 
http://thelivingspirits.net/societa-orwelliana/frau-europa-l-egemonia-germanica-in-eu.html

mercoledì 10 settembre 2014

TESLA MOTORS : LUNGIMIRANTE STRATEGIA DEL SUO IMPRENDITORE ELOS MUSK

 
“Fino a ieri, c’era un muro di brevetti Tesla nella hall del nostro quartier generale di Palo Alto. Così non è più. Essi sono stati rimossi, nello spirito del movimento open source, per il progresso della tecnologia dei veicoli elettrici.

Tesla Motors è stata creata per accelerare l’avvento del trasporto sostenibile. Se abbiamo chiaro un percorso per la creazione di veicoli elettrici interessanti, ma poi lanciamo mine di proprietà intellettuale dietro di noi per inibire gli altri, stiamo agendo in modo contrario a tale obiettivo. Tesla non avvierà cause brevettuali contro chiunque, in buona fede, voglia usare la nostra tecnologia.


Quando iniziai con la mia prima società, zip2, pensavo che i brevetti fossero una buona cosa e lavorai sodo per ottenerli. E forse erano buoni all’epoca, ma troppo spesso oggidì servono solo a soffocare il progresso, consolidare le posizioni di corporazioni giganti e arricchire i legali, piuttosto che gli inventori reali. Dopo zip2, quando ho capito che la ricezione di un brevetto in realtà dice solo che hai comprato un biglietto della lotteria per una causa, li ho evitati per quanto possibile.


Alla Tesla, Motors però, ci siamo sentiti in dovere di creare brevetti per timore che le grandi case automobilistiche avrebbero copiato la nostra tecnologia e quindi utilizzato la loro produzione di massa, le vendite e il potere di marketing per sopraffare la Tesla Motors. Non avremmo potuto essere più in errore. La triste realtà è il contrario: i programmi elettrici per auto (o programmi per qualsiasi veicolo che non brucia gli idrocarburi) presso i principali produttori sono piccoli o inesistenti, costituendo una media di gran lunga inferiore all’1% delle loro vendite di veicoli totali.


Nella migliore delle ipotesi, le grandi case automobilistiche stanno producendo auto elettriche con autonomia limitata in quantità limitate. Alcuni non producono affatto auto a emissioni zero per tutti.



Dato che la produzione annua di veicoli nuovi si avvicina a 100 milioni all’anno e la flotta mondiale è di circa 2 miliardi di auto, è impossibile per Tesla Motors costruire auto elettriche abbastanza velocemente da affrontare la crisi di CO2. Nel contempo, ciò significa che il mercato è enorme. La nostra vera concorrenza non è il piccolo rivolo di auto elettriche Tesla non in produzione, ma piuttosto l’enorme flusso di auto a benzina che escono fuori dalle fabbriche di tutto il mondo ogni giorno.


Noi crediamo che Tesla Motors, altre aziende che fanno auto elettriche, e il mondo intero trarrebbero vantaggi da una piattaforma tecnologica in rapida evoluzione comune.
La leadership tecnologica non è definita da brevetti, che la storia ha più volte dimostrato di essere davvero piccola protezione contro un concorrente determinato, ma piuttosto dalla capacità di un’azienda di attrarre e motivare gli ingegneri più talentuosi del mondo. Siamo convinti che l’applicazione della filosofia open source per i nostri brevetti rafforzerà piuttosto che diminuire la posizione della Tesla a questo riguardo.

Elon Musk

Fonte: teslamotors.com
Visto su  http://www.nexusedizioni.it/it/CT/cosi-parlo-elon-musk-4551

martedì 9 settembre 2014

SUMMIT NATO IN GALLES: SHOW DI AEREI FINTI SUL CAMPO DA GOLF. STRATEGIA HOLLIWOOD. CHE FIGURONE...


A full-sized model of an F-35 Lighting II fighter jet
modello in scala reale,  di un caccia F-35 Lighting II, sul campoda 
golf intorno al Celtic Manor hotel.  dove si è tenuto il summit
nei giorni scorsi
  (Photograph: Peter Macdiarmid/Getty Images)


Scout Specialist Vehicle (2nd L) and a Foxhound armoured vehicle (L) and a full-size model aircraft displayed on the golf course of Celtic Manor Hotel
Photograph: Pool/Reuters

British Army personnel patrol the Celtic Manor Resort in Newport
pattuglia dell'esercito britannico al Celtic Manor resort in Newport.
Photograph: Facundo Arrizabalaga/EPA

Workers carry a scale model of a missile
degli operai che portano un modello in scala del missile. 
Photograph: Virginia Mayo/AP
"Quel che era in mostra sul terreno del Celtic Manor riguardava missili, equipaggiamento atto alla detonazione di mine, la simulazione di un ospedale da campo con lo staff medico  che opera in modo fittizio con orrende ferite che sembrano reali .
I leaders e le loro delegazioni è molto improbabile vedranno mai queste cose, che paiono essere li primariamente per le centinaia di giornalisti presenti al summit."






IL GELATAIO, IL BUONO E IL CATTIVO: INDOVINELLO...



FONTE: http://frontediliberazionedaibanchieri.it/2014/09/il-buono-il-cattivo-il-gelataio.html?utm_medium=referral&utm_source=pulsenews



Sanzioni contro la Russia, senza alcuna evidenza per il MH17
MA
sanzioni contro i paesi NATO che hanno fatto questo alla Libia?
NIENTE






















lunedì 8 settembre 2014

GLOBALREESEARCH: NATO E USA MENTONO. L'OSCE NON RIPORTA ALCUNA INVASIONE DI CARRI ARMATI RUSSI IN UCRAINA

Prof. Chossudovsky: Obama mente. La NATO falsifica. Le truppe Russe non sono in Ucraina

Quanto segue [tutto l'articolo tradotto qui] , è uno schiaffo in faccia al presidente Obama e ai suoi alleati NATO che si incontrano oggi a Newport nel Galles. 
[qui una carellata di immagini da Newport, dal DailyMail, dell'allegra compagnia democratica, ndt]
Il 3 settembre, Obama ha confermato che  “forze di combattimento russe, con armi russe , in carri armati russi”  sono state dispiegate nell’Ucraina Orientale. 
Questa non è solo una menzogna, ma una che potrebbe far precipitare l’umanità in una Terza Guerra Mondiale. 
Osservatori della OSCE (Observers from the Organization for Security and Cooperation in Europe ) “non hanno registrato truppe, munizioni o armi, che abbiano attraversato il confine russo-ucraino nelle ultime 2 settimane” (Itar-Tass)
(...) OSCE della Special Monitoring Mission, che ha coperto un periodo che va dal 20 agosto al 3 settembre. 
Gli osservatori hanno detto di avere regolari interazioni con i sostenitori delle repubbliche autoproclamatesi.
“Alcuni apertamente hanno discusso con la OSCE mentre altri hanno mostrato la loro totale diffidenza verso di essa.  Ad entrambe le postazioni di passaggio di frontiera, alcuni sostenitori delle repubbliche autoproclamatesi, hanno spiegato che  a loro non è dato il permesso di varcare la frontiera con armi” così dice il rapporto.
Gli osservatori hanno registrato una diminuzione di avvistamenti elicotteri, rispetto all’ultima settimana, ma che si potevano tuttavia vedere ai punti di passaggio della frontiera, mentre volavano a bassa quota lungo la frontiera.
“In entrambi i casi, per quanto è stato possibile vedere, i velivoli e non hanno violato lo spazio aereo dell’Ucraina” così ha riferito il rapporto. 
La Missione di Osservazione della OSCE è impiegata nei checkpoints russi di Gukovo e Donetsk su richiesta del governo russo. La decisione è stata presa in un accordo, concordato,  da parte di tutti i 57 stati OSCE partecipanti alla missione, molti dei quali sono  rappresentati al Summit della NATO nel Galles
(...)  Nel suo discorso in Estonia il 3 settembre, Obama categoricamente afferma:
"E mentre noi oggi siamo qui riuniti, sappiamo che questa visione [di un’Europa unica, libera e in pace] è minacciata dalla aggressione della Russia contro l’Ucraina. E’ uno sfrontato assalto alla integrità territoriale dell’Ucraina, una nazione europea sovrana    [!!??ndt]  e indipendente…Ecco cosa è a rischio in Ucraina. Ecco perché oggi stiamo con il popolo della Ucraina". 
La NATO ha pubblicato nuove immagini da satellite il 28 agosto 2014, che apparentemente
“mostrano che le forze di combattimento russe si sono impegnate in operazioni militari all’interno del territorio sovrano della Ucraina. Le immagini, catturate verso fine agosto, mostrano unità di artiglieria russa che si muovono in un convoglio per la campagna ucraina e che si preparano per un’azione, stabilendo posizioni in cui aprire il fuoco, nell’area di Krasnodon, Ukraine. …. “Nelle ultime due settimane, abbiamo notato una significativa escalation, sia nel livello che nella sofisticazione della interferenza militare russa  in Ucraina,” ha detto il Brigadier Generale Tak. 
“Le immagini del satellite pubblicate oggi, forniscono ulteriore evidenza che i soldati da combattimento russi, equipaggiati con armi pesanti sofisticate, stanno operando da dentro il territorio sovrano dell’Ucraina” (NATO, Allied Command Operations, 28 August 2014)
Mentre gli USA-NATO stanno spingendo per una guerra con la Russia, la OSCE sta sovraintendendo di 7 punti del piano di pace, che vengono discussi a Minsk il 5 settembre. 
>>> tutto l'articolo tradotto qui:

fonte:
globalresearch.ca

domenica 7 settembre 2014

SE NON TI BATTI PER NESSUNA CAUSA, FINIRAI COL SOCCOMBERE A TUTTE




Malcom X : “un uomo che non si batte per nessuna causa, finirà con il soccombere a tutte”.

Lo ricorda un scrittrice anglosassone, Alice Walker, di cui sono i commenti che traduco nel seguito, che shockando la stampa mainstream inglese, ha detto alla domanda-giochino “che ti porteresti sull’isola deserta”… che lei si porterebbe uno degli ultimi libri di David Icke “ Human race get off your knees”  (in italiano: Il Risveglio del Leone, Umanità, mai più in ginocchio!)

MalcomX chiamava i nostri oppressori – dice la Walker-  “diavoli dagli occhi azzurri” .
“E li rivediamo qui nel libro di David Icke, come discendenti della razza rettiliana che atterrò sul nostro dolce pianeta , nel momento in cui poterono vederlo attraverso la nebbiolina che copriva il pianeta (prima che ci fosse la luna) .  No, non sto prendendovi in giro. Fate un profondo respiro! Si… prima che ci fosse la luna! (Oh, ma io adoro la luna: posso tenermela per favore?).  In ogni caso, arrivarono , questi esseri dallo spazio (anche noi siamo esseri dello spazio, naturalmente, non dimentichiamolo).  Ma loro avevano un aspetto…diverso dal nostro. ed erano diversi

Volevano oro e volevano schiavi  per estrarlo per loro. Caspita.. ora questo cosa ci ricorda? Faccio solo una domanda… cercate la risposta. Probabilmente il loro pianeta aveva bisogno di questo metallo per continuare la sua vita, probabilmente lunga.  Credo Mutwa, shamano Zulu – e mi inginocchio davanti a lui in gratitudine, dato che è resistito abbastanza a lungo per raccontarci di tutto questo-  li chiama Chitauri.

Il Risveglio del Leone - DVD HUMAN RACE GET OFF YOUR KNEES (IlRisveglio del Leone, Umanità, mai più in ginocchio!) è un libro incredibile. Per me è stato come fosse la prima volta che osservavo, immaginavo e comprendevo la radice  del male incredibile  che ha ingolfato il nostro pianeta. Molto di cio’ che c’è scritto è… come dire, shockante oltre misura (ma non proprio se non ci spaventiamo troppo) e incredibilmente profondo.


La destrutturazione del linguaggio toglie il fiato, incredibile la questione dei simboli.
Gli esseri rettiliani dello Spazio, i cui discendenti ibridati (in parte umani, in parte rettiliani) rendono un inferno la nostra vita in questo paradiso, erano per Malcolm X i diavoli dagli occhi azzurri e per I miei genitori cristiani il diavolo in persona, sebbene non parlassero mai di colore degli occhi , cosa che credo non solo fosse prudente ma anche saggia; sembrava tuttavia fossero in chiaro sul suo sesso, come i demoni in molte altre religioni, incluso la non –religione buddista, dove si richiede sempre di invitarli finchè non se ne vanno via. Ma puo’ darsi si trattasse di altri tipi di demoni. Non quelli che controllano te e tutto il resto.

*Per esempio: sarà necessaria piu’ ricerca per sentire quel che intendo veramente  con “universo olografico” e l’importanza della attività fotonica nell’azione di accelerazione della nostra coscienza. Interdimensionalità, mutazione della forma e il range di frequenza della luce visibile, sono enormi territori per il pensiero. C’è anche il bisogno di riflettere su quanto siano rilevanti i cambiamenti nel comportamento del sole,  nei confronti dei mutamenti climatici, piuttosto calamitosi, della Terra".  

fonte: http://alicewalkersgarden.com/2013/02/human-race-get-off-your-knees-i-couldnt-have-put-it-better-myself/

sabato 6 settembre 2014

IMPRENDITORI IN FUGA IN TICINO: NON TUTTO ORO QUEL CHE LUCCICA?

ticino

Non è tutto oro quel che luccica per le imprese italiane trasferite in Ticino, o almeno così sembra secondo quanto riporta l’edizione odierna del Giorno. Delle 395 dite che hanno chiuso nei primi sei mesi dell’anno più della metà erano gestite da imprenditori italiani che hanno tentato la fortuna al di qua della frontiera, attratti dalla tassazione più che sopportabile e dalla scarsa burocrazia presenti nella Confederazione Svizzera.

Tra i motivi addotti dal foglio milanese figurano i controlli capillari cui sono sottoposte le società, ai quali non sono evidentemente abituati i manager della Penisola che, in questo senso, manifestano lacune di tipo organizzativo che determinano spesso la cessazione dell’attività. Lacune che si traducono in concreto in salari non in linea con quanto prevedono i contratti collettivi di lavoro e inosservanza delle norme sulla sicurezza.

Anche a livello fiscale, nonostante aliquote che sono la metà di quelle in vigore nella Penisola, emergono difficoltà, soprattutto per coloro che aderiscono al concordato preventivo ma che in seguito non riescono a rispettare i parametri di bilancio prefissati. Inoltre, sempre a livello tributario, in Svizzera non è possibile rateizzare le imposte dovute e i relativi importi vanno corrisposti per intero e subito.

Se quindi si è in presenza di una minore pressione fiscale, servizi efficienti, burocrazia inesistente e un quadro normativo certo (tutte caratteristiche idonee per chi vuole impiantare un’attività produttiva), l’imprenditore italiano sembra far fatica ad adattarsi a un sistema rigido e preciso come quello elvetico che non consente scorciatoie. Soprattutto se chi ha lasciato l’Italia lo ha fatto unicamente per ottenere delle agevolazioni dal profilo amministrativo, senza però una chiara strategia industriale

.

FONTE: http://www.lindipendenzanuova.com/meta-chiusure-sono-italiane-non-capaci-di-rispettare-rigore-precisione-elvetica/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=meta-chiusure-sono-italiane-non-capaci-di-rispettare-rigore-precisione-elvetica

venerdì 5 settembre 2014

A NOVEMBRE A MILANO SI FIRMERA' DOCUMENTO NASCITA MACROREGIONE ALPINA, 70 MIO ABITANTI


«A novembre qui a Milano, con la presenza dei rappresentanti di tutti i Paesi coinvolti, verrà firmato il documento che istituirà la nascita della macroregione alpina». Lo ha spiegato il presidente della Lombardia, Roberto Maroni, a una tavola rotonda organizzata a Milano dal Club Ambrosetti.

Di fatto, la macroregione alpina che è già nata lo scorso 20 ottobre a Grenoble, a Milano diventerà operativa. Maroni si dice convinto che questa «istituzione voluta dall’Unione Europea, composta da 46 Regioni, di cui otto italiane, di sette Paesi diversi per un totale di 70 milioni di abitanti» si distinguerà per poter «negoziare direttamente con Bruxelles sui fondi europei, sulla Pac o su altre questioni fondamentali». 


Durante l’incontro a porte chiuse, il presidente della Lombardia, come riferito da una nota, ha anche ribadito il progetto di realizzare una zona economica speciale «per le aree di confine» con la Svizzera, spiegando che «se l’esperimento funzionerà» l’obiettivo è di «estenderlo a tutta la Lombardia».

CECCHETTI: LA REGIONE INDICA UNA SEDUTA PER PARLARNE

“La Macroregione alpina si sta facendo concreta. A questo punto, visto ormai che il conto alla rovescia è cominciato, sarebbe utile e importante che anche il Consiglio regionale possa discutere a approfondire questo rivoluzionario atto istituzionale, che avrà importanti ripercussioni anche a livello europeo, con una seduta d’Aula tematica come si è fatto in passato su altre questioni”.

Così il Vicepresidente del Consiglio regionale Fabrizio Cecchetti (Lega Nord) dopo l’annunciata convocazione per il prossimo novembre a Milano della conferenza ufficiale per la firma del Documento che istituirà la Macroregione Alpina.

“Mettere insieme 46 regioni europee, 8 delle quali italiane, con una popolazione complessiva di circa 70 milioni di abitanti – ha sottolineato Cecchetti – vuol dire costruire le basi di un nuovo assetto europeo, più attento e vicino ai territori e alle loro reali necessità. Ecco perché è importante che anche il Consiglio regionale possa discutere ed essere partecipe del rivoluzionario progetto che si sta realizzando. Tra l’altro – conclude Cecchetti – sulla riforma delle autonomie, l’Assemblea regionale lombarda è pronta a valutare e approfondire con le altre realtà del mondo delle autonomie i processi in atto. Includere anche la questione della Macroregione alpina sarebbe a questo punto importante e doveroso”.


fonte: http://www.lindipendenzanuova.com/macroregione-alpina-a-novembre-diventera-operativa-a-milano/#sthash.6jK2XWw0.dpuf


«A novembre qui a Milano, con la presenza dei rappresentanti di tutti i Paesi coinvolti, verrà firmato il documento che istituirà la nascita della macroregione alpina». Lo ha spiegato il presidente della Lombardia, Roberto Maroni, a una tavola rotonda organizzata a Milano dal Club Ambrosetti.
Di fatto, la macroregione alpina che è già nata lo scorso 20 ottobre a Grenoble, a Milano diventerà operativa. Maroni si dice convinto che questa «istituzione voluta dall’Unione Europea, composta da 46 Regioni, di cui otto italiane, di sette Paesi diversi per un totale di 70 milioni di abitanti» si distinguerà per poter «negoziare direttamente con Bruxelles sui fondi europei, sulla Pac o su altre questioni fondamentali». Durante l’incontro a porte chiuse, il presidente della Lombardia, come riferito da una nota, ha anche ribadito il progetto di realizzare una zona economica speciale «per le aree di confine» con la Svizzera, spiegando che «se l’esperimento funzionerà» l’obiettivo è di «estenderlo a tutta la Lombardia».
CECCHETTI: LA REGIONE INDICA UNA SEDUTA PER PARLARNE
La Macroregione alpina si sta facendo concreta. A questo punto, visto ormai che il conto alla rovescia è cominciato, sarebbe utile e importante che anche il Consiglio regionale possa discutere a approfondire questo rivoluzionario atto istituzionale, che avrà importanti ripercussioni anche a livello europeo, con una seduta d’Aula tematica come si è fatto in passato su altre questioni”.
Così il Vicepresidente del Consiglio regionale Fabrizio Cecchetti (Lega Nord) dopo l’annunciata convocazione per il prossimo novembre a Milano della conferenza ufficiale per la firma del Documento che istituirà la Macroregione Alpina.
“Mettere insieme 46 regioni europee, 8 delle quali italiane, con una popolazione complessiva di circa 70 milioni di abitanti – ha sottolineato Cecchetti – vuol dire costruire le basi di un nuovo assetto europeo, più attento e vicino ai territori e alle loro reali necessità. Ecco perché è importante che anche il Consiglio regionale possa discutere ed essere partecipe del rivoluzionario progetto che si sta realizzando. Tra l’altro – conclude Cecchetti – sulla riforma delle autonomie, l’Assemblea regionale lombarda è pronta a valutare e approfondire con le altre realtà del mondo delle autonomie i processi in atto. Includere anche la questione della Macroregione alpina sarebbe a questo punto importante e doveroso”.
- See more at: http://www.lindipendenzanuova.com/macroregione-alpina-a-novembre-diventera-operativa-a-milano/#sthash.6jK2XWw0.dpuf

giovedì 4 settembre 2014

"KIEV FA LA GUERRA CONTRO IL PROPRIO POPOLO". MARK FRANCHETTI

VIDEO DA NON PERDERE

Igor Glushkov di Pandora TV ha spiegato che l’intervento del giornalista Mark Franchetti in onda su un canale ucraino lo scorso luglio ha avuto l’effetto di una bomba. Gli ospiti in studio e il pubblico per la prima volta ha potuto sentire una versione dei fatti diversa da quella diffusa dai media ucraini grazie al racconto del giornalista.

Ucraina Russia cosa succede veramente?

Il conduttore ha presentato Franchetti, inviato speciale del quotidiano Sunday Times, come un amico con cui ha lavorato insieme in Iraq e “delle cui parole ci si può fidare”, spiega Pandora TV. Mark Franchetti è stato per tre settimane nel Sud-est dell’Ucraina, tra i miliziani del battaglione filorusso Vastok.

Franchetti ha detto di non essere “un esperto”, ma solamente un testimone oculare che ha visto ciò che succede, e che quindi non può essere messo in discussione. Ha parlato con molti ragazzi ucraini di Donbass e dalle conversazioni è emerso che i volontari russi che combattono nell’Est dell’Ucraina sono davvero pochi. La gente lì non ha esperienza militare: si tratta di normali cittadini che hanno preso i fucili in mano perché convinti di difendere le loro case “dal fascismo”.

Le facce degli ospiti della trasmissione Shuster Live “esprimono smarrimento”, continua Glushov. Nei media ucraini si dice sempre che a combattere sono soltanto infiltrati russi e mercenari pagati da Mosca

Ma, ha detto Franchetti, quelli che combattono sono persone normali, senza alcuna esperienza militare, che sperano che Mosca venga in loro aiuto ad un certo punto, ma l’inviato del Sunday Times crede che questo aiuto non arriverà mai.

FONTE: http://www.lafucina.it/2014/09/03/ucraina-russia-cosa-succede/

VEDI ANCHE 

I GRANDI DELLA DEMOCRAZIA CHE DECIDONO LA GUERRA. IL SUMMIT NATO A NEWPORT, GALLES:

Prof. Chossudovsky: Obama mente. La NATO falsifica. Le truppe Russe non sono in Ucrainahttp://thelivingspirits.net/societa-orwelliana/obama-mente-la-nato-falsifica-le-truppe-russe-non-hanno-varcato-i-confini-con-l-ucraina.html


TESTIMONI DELLA FINE DELLA DEMOCRAZIA



            

La polizia domestica si è trasformata in polizia militare

E' una questione molto seria,  molto oltre cio'  che la più' parte della gente immagina. Tende a mostrare gli atteggiamenti mutati nella società.
Parimenti ad Obama che sembra pensare che è stato eletto per far iniziare una guerra. 

Stiamo avvicinandoci ad un serio punto di svolta che puo' dare una nuova forma al mondo come fu nel 1932 a seguito del trend economico della Grande Depressione
Il 1932 vide Mao al potere in Cina. In Germania ci fu Hitler.  In USA ci fu Roosvelt. Persino in Giappone, i semi di guerra vennero piantati con l'incidente del 15 maggio, in cui il Primo Ministro Tsuyoshi Inukai fu assassinato da giovani ufficiali in un tentativo di colpo di stato. L'uccisione diffuse paura tra i politici liberali giapponesi e rafforzò i militaristi che poi portarono il paese nella catastrofica Guerra del Pacifico.
Il 1932 significo' anche il calo sui mercati dal 1929.  Il  2007 inizio' il processo di cambiamento e ora vediamo che il ciclo di guerra ritorna in auge.
Siamo testimoni del collasso della democrazia o, per metterla nella giusta prospettiva, del diritto della gente di votare persino in una repubblica. 

L'Europa è dannatamente incline a rimuovere ogni processo democratico perchè Bruxelles crede di sapere meglio e pensa che le persone siano solo troppo stupide per sapere cosa è il meglio per loro.

Cosi il 2007 ha segnato l'inizio di un cambiamento nell'atteggiamento. 
FONTE: http://www.zerohedge.com/news/2014-08-15/martin-armstrong-warns-we-are-witnessing-collapse-democracy
-----------------------
altre news... in analogia...

USA: PRELIEVO FORZATO DI SANGUE, SENZA CONSENSO E IN COERICIZIONE ANCHE QUANDO NON C'E' RESISTENZA DA PARTE DEL SOGGETTO...
LIBERTA' PERSONALE VS CONTROLLO SOCIALE

USA DI NUOVO...CHI PERDE LE STAFFE CON CHI FA APOLOGIA DI ISRAELE AD OGNI COSTO...




PARLA IL MALE IMPERSONIFIATO:
il mondo è in crisi perché così lo abbiamo reso. 
Dovete ora  farci risolvere i problemati che abbiamo creato e lasciarci imporre il Nuovo Ordine Mondiale, che abbiamo pianificato in tutto questo tempo; www.davidicke.com























SEGUIMI CON L A MAIL