UN BLOG... PER TENERTI SVEGLIO

UN BLOG... PER TENERTI SVEGLIO

SUCCEDE...

SECCEDE CHE , CASUALMENTE OF COURSE, SUCERTI POST, COMPAIANO DELLE SOVRASCRITTURE. I LETTORI COMPRENDERANNO...

Translate

lunedì 28 giugno 2010

CONGRESSO USA, BILDERBERG E GUERRA ALL'IRAN


Giovedì, il Congresso ha approvato nuove dure sanzioni unilaterali che mirano a strizzare i settori energetico e bancario dell’Iran e che potrebbero anche colpire aziende di altre nazioni qualora intrattengano affari con Teheran»; così riferisce la Reuters.

«La Casa dei Rappresentanti ha approvato una proposta di legge, la 408-8, che ha inviato al presidente Barack Obama perchè la firmi e diventi legge. Il Senato la ha approvata oggi, in prima giornata, con 99 voti a favore e nessun contrario».

Su ordine di Obama - in altre parole, su ordine dell’elite - il Congresso ha aspettato fino a che il Consiglio di Sicurezza dell’ONU e l’Unione Europea non sono state d’accordo su sanzioni multilaterali, ma il Congresso ritiene che siano necessarie misure ancora più dure al fine di punire lo Stato islamico per il suo programma di energia nucleare.

All’Iran, in base al trattato NPT (Non proliferazione nucleare ndt) , è permesso sviluppare programmi per l’energia nucleare, ma il Congresso, Obama, Israele e gli europei insistono che tale programma sia una copertura per un programma di sviluppo di armi nucleari.

Gli USA hanno riempito di armi gli Stati del Golfo, ed attualmente una armata di navi da guerra pattuglia le coste iraniane. «I governanti iraniani si renderanno conto che il consueto equilibrio delle forze si sta inclinando pericolosamente contro di loro», così spiega il CFR - Council on Foreign Relations.

Agli inizi di giugno - così riferisce dalla Spagna Jim Tucker, il giornalista/segugio dei Bilderberg - la maggioranza dei membri Bilderberg era già favorevole ad attacchi aerei contro l’Iran.

«Un attacco all’Iran fornirebbe un’opportuna distrazione dai fallimenti riportati dai globalizzatori in altre aree e permetterebbe loro anche di riportare guadagni dalla guerra», così il giornalista dell’American Free Press ha riferito abbia detto Paul Joseph Watson.

L’Iran ha ammesso di essere nel mirino dei globalizzatori: «La Repubblica Islamica dell’Iran fronteggia una sinistra cospirazione internazionale progettata per rimpiazzare con il secolarismo le regole religiose».

Tale colpo di mano sarebbe stato messo a punto da una «società segreta di liberimassoni, nota come Gruppo Bilderberg, i cui membri includono molti fra i più ricchi e potenti uomini d’affari e politici occidentali», così scriveva nel 2008 il giornalista iraniano Amir Tahen.

Secondo il New York Times, il principale attacco portato dalle sanzioni è diretto contro gli acquisti di armamenti ed il commercio e le transazioni finanziarie portate avanti dalle Guardie del Corpo della Rivoluzione Islamica.

A dicembre dell’anno scorso, Ron Paul ha affermato che le sanzioni sono in essenza una dichiarazione di guerra.

«Sono progettate per fomentare la guerra tagliando via commerci e diplomazia. Troppi si dimenticano che il pantano dell’Iraq è iniziato con l’embargo. Le sanzioni non sono diplomazia. Le sanzioni sono i prodromi della guerra e portano problemi ad una nazione che è solo a parole favorevole ai liberi scambi», così ha detto Paul.

«Se un governo straniero cercasse di isolare l’economia e il popolo americano, bloccando i rifornimenti di benzina od affamandoli a morte, ciò porterebbe gli americani ad ammirare tale entità straniera o non li farebbe forse riunire sotto la stessa bandiera per la sopravvivenza della nazione?».

fonte: http://www.infowars.com/congress-votes-to-impose-embargo-on-iran/ 

Nessun commento:

SEGUIMI CON L A MAIL