UN BLOG PER TENERTI SVEGLIO

UN BLOG PER TENERTI SVEGLIO
Notizie dal mondo, soprattutto da fonti internazionali, che il mainstream non riporta.

Translate

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

domenica 26 settembre 2010

GIGANTESCA ERUZIONE SOLARE NEL 2013?

Una massiccia eruzione solare “potrebbe paralizzare la Terra nel 2013

Articolo apparso sul quotidiano inglese Daily Mail il 21.9.2010
traduzione a cura di 13lune.it

nota bene:A fine comunicato, si notino le parole del Segretario alla Difesa USA che lasciano intravedere la tendenza a trasformare l'evento astronomico in una questione (o affare?) di sicurezza nazionale, seminando il solito panico/paura nel collettivo.

"In una conferenza tenuta ieri, il portavoce della NASA ha dichiarato che “una gigantesca eruzione solare potrebbe causare il caos globale nel 2013, generando blackout e interrompendo le comunicazioni satellitari”.

La NASA ha diramato l’avviso che il picco del ciclo di attività magnetica del Sole e il numero di macchie solari nel 2013 potrebbero generare altissimi livelli di radiazioni.

La tempesta solare che ne risulterebbe potrebbe provocare una tempesta geomagnetica sulla Terra, mettendo fuori uso tutte le reti energetiche planetarie per ore, giorni, o addirittura mesi – mo dificando radicalmente la nostra vita quotidiana.

Liam Fox, Segretario alla Difesa USA, ha letto il comunicato ufficiale in una conferenza stampa internazionale, mettendo l’accento sulla vulnerabilità delle reti energetiche globali e sull’attuale forte dipendenza della società moderna dalla tecnologia, il che la rende vulnerabile a questo tipo di eventi.

Il Sole segue un ciclo di attività della durata di circa 11 anni, in cui si alternano periodi di calma e picchi di intensità. Attualmente sta terminando un lungo periodo di inattività, e gli studiosi si aspettano un forte incremento nel numero di eruzioni solari e nei livelli di energia magnetica che si sprigionerà.
Gli anelli di fuoco, che hanno energia pari a 100 bombe all’idrogeno, potrebbero causare un danno economico pari a 20 volte quello dell’urag ano Katrina.

Lo scorso Giugno, gli esperti si sono riuniti a Washington per discutere come proteggere la Terra dalle potenti eruzioni, che sono attese per l’anno 2013.
La NASA sta usando centinaia di satelliti – tra cui lo SDO, Solar Dynamics Observatory – per studiare la reale portata della minaccia.

Il problema è stato studiato a fondo due anni fa dalla National Academy of Sciences, che ha pubblicato un documento in cui si delinea l’impatto economico e sociale di eventi meteorologici di estrema potenza.

Nel testo si mette in risalto l’attuale dipendenza della vita quotidiana dell’umanità del 21° secolo dai sistemi ad alta tecnologia, anche nelle faccende più essenziali.

L’intensa attività solare potrebbe mettere fuori uso tutte le reti energetiche, i sistemi di navigazione satellitare GPS, la navigazione aerea, i servizi finanziari e le comunicazioni radio – anche quelle di emergenza.

Tuttavia, i danni potrebbero essere limitati se fosse possibile sapere in anticipo quando arriverà la tempesta. I satelliti potrebbero essere attivati in modalità sicura (safe mode), e trasformatori ‘intelligenti’ in grado di disconnetterli potrebbero proteggerli da sovraccarichi elettrici potenzialmente dannosi.

Gli scienziati temono che un effetto simile potrebbe essere prodotto anche da una potenza ostile che facesse esplodere un ordigno atomico nello spazio, producendo una massiccia esplosione di energia elettromagnetica nota come ‘pulsazione elettromagnetica a grandi altitudini’.

Citando Iran e Corea del Nord, Fox ha dichiarat o che i Paesi che si stanno dotando di energia nucleare potrebbero usarla in modo diverso dal tradizionale metodo di ‘attacco nucleare’, come quello usato su Hiroshima e Nagasaki durante la II Guerra Mondiale.

Potrebbe trattarsi di una detonazione nucleare nella parte superiore dell’atmosfera, che produrrebbe una pulsazione elettromagnetica tale da mettere fuori uso sistemi elettronici di importanza vitale.

Ha aggiunto che anche i terroristi potrebbero cercare di usare metodi simili e ha esortato il pubblico a prendere coscienza di questa minaccia.

“Credo che dovremmo considerare questo argomento con grande attenzione, anche perché viviamo in un’era in cui alcuni sembrano credere che abbiamo la possibilità di scegliere se entrare o meno in determinati conflitti, e perché viviamo in una guerra in cui vi è una pro liferazione sempre crescente...”

“I rischi posti da uno scenario del genere sono molteplici, ed è mia opinione che dovremmo farlo capire chiaramente al pubblico”, ha aggiunto il Segretario alla Difesa.

Egli ha poi affermato che la minaccia di un attacco del genere è “bassa”, ma che il governo USA sta lavorando insieme alle compagnie di telecomunicazione, trasporti ed energia, per potenziare la successiva ripresa.

“La dipendenza, ad esempio dalla tecnologia, rende vulnerabili, e la vulnerabilità può invitare all’attacco. La nostra forte dipendenza dalla tecnologia non sarà passata inosservata tra coloro che vogliono farci del male”.

“Dobbiamo assicurarci che quelle stesse innovazioni tecnologiche che ci forniscono un vantaggio non di ventino il nostro tallone d’Achille”.

DALL'ANSA:ANSA) - ROMA, 23 SET - Il Sole e' in tumulto: dopo essersi risvegliato all'inizio di agosto le eruzioni si susseguono sempre piu' violente. Adesso riguardano l'intera superficie. A fornire le immagini, decisamente spettacolari, e' l'osservatorio solare della Nasa, Soho. L'eruzione appena avvenuta e' molto simile a quella dell'inizio di agosto, che indirizzo' verso la Terra uno sciame di particelle (vento solare) provocando aurore coloratissime attorno al Polo Nord.

Nessun commento: