UN BLOG PER TENERTI SVEGLIO

UN BLOG PER TENERTI SVEGLIO
Notizie dal mondo, soprattutto da fonti internazionali, che il mainstream non riporta.

Translate

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

domenica 12 dicembre 2010

IL FIGLIO DI MADOFF SUICIDA A NEW YORK....

46 enne Mark Madoff , insieme a suo fratello Andrea, due anni fa era stato indagato nell'inchiesta che aveva portato alla condanna del padre, anche se ha sempre insistito di non aver avuto a che fare con la frode.

Irving Picard, il liquidatore della società di Madoff, nel contempo ha presentato una richiesta di quasi 15 miliardi di euro a Sonja Kohn, il banchiere austriaco, definito l'anima gemella del criminale Madoff.

La Kohn "per oltre vent’anni" avrebbe "architettato un vasto schema illegale per sfruttare la sua relazione privilegiata con Madoff", arricchendosi insieme alla "sua famiglia e ad altri individui e società, comprese le maggiori banche in Austria e in Italia".

In Italia è coinvolto il gruppo bancario Unicredit. Il denaro chiesto dal liquidatore della società di Madoff è destinato alle vittime della truffa del 72enne, riconosciuto colpevole nel 2009 e condannato a 150 anni carcere.
fonte: http://www.in-dies.info/

Mark ha prima telefonato a suo suocero, dicendogli: ”bisognerà controllare il bambino”. Poi si è infilato al collo un guinzaglio per cani e si è appeso al soffitto del soggiorno, mentre il figlio di 2 anni dormiva nel lettino: così si è tolto la vita Mark Madoff, 46 anni, figlio del truffatore Bernard Madoff.

L’uomo è stato trovato morto nel suo lussuoso appartamento di Soho, a New York, dove si è tolto la vita esattamente due anni dopo l’arresto del padre. Era stato proprio due anni fa che Mark e suo fratello Andrew, 44 anni, che lavoravano da anni nella finanziaria di famiglia, avevano scoperto la verità: l’intera fortuna del padre, la loro stessa, si reggeva su una menzogna. I loro miliardi, gli incredibili interessi che la finanziaria Bernard L.Madoff Investment Securities LLC riusciva a fruttare, altro non erano che il frutto di un enorme ”schema Ponzi”.

Si tratta di quel sistema (inventato nel 1920 dall’italo-americano Charles Ponzi) tale per cui, attraverso un complesso gioco finanziario pressoché ‘invisibile’, è possibile pagare alti interessi agli investitori, ma solo grazie al continuo afflusso di nuovi fondi da parte di altri investitori. Una truffa, che la crisi di due anni fa ha fatto venire allo scoperto. Di fronte ai figli, Madoff ammise e fu Mark ad andare a denunciarlo, consapevole che quella denuncia avrebbe fatto crollare tutto. Così fu: venne alla luce la più grande truffa di tutti i tempi, valutata tra i 50 e i 65 miliardi di dollari.

Bernard Madoff è stato condannato a 150 anni di carcere. Ma Mark Madoff si è sempre sentito innocente, come sottolinea oggi il New York Times. Aveva sempre considerato ingiuste le accuse (nessuna delle quali mai formalizzata) di essere corresponsabile. Il New York Times, citando fonti vicine alla famiglia, riporta oggi che Mark era semmai addolorato dal fatto che, per colpa della Finanziaria del padre molti dei suoi amici d’infanzia non solo avessero perso tutti i loro risparmi, ma avessero accusato lui, rompendo ogni rapporto".
fonte: http://www.blitzquotidiano.it/cronaca-mondo/new-york-mark-madoff-suicidio-674963/

Nessun commento: