UN BLOG PER TENERTI SVEGLIO

UN BLOG PER TENERTI SVEGLIO
Notizie dal mondo, soprattutto da fonti internazionali, che il mainstream non riporta.

Translate

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

sabato 8 gennaio 2011

ANCORA VIOLENZA SUI CIVILI DI GAZA

31/12/2010
tutto il testo all'originale:
http://guerrillaradio.iobloggo.com/2016/fine-2010-continua-l-escalation-di-attacchi-israeliani-ai-civili-di-gaza


"Lunedì notte navi da guerra israeliane hanno assaltato un peschereccio palestinese, mentre questo si trovava a navigare dinnanzi a Beit Lahya, a nord della Striscia, in acque legalmente riconosciute essere di Gaza. Sequestrata l’imbarcazione e rapito l’intero l'equipaggio di 6 pescatori. I pescatori sono stati rilasciati il giorno stesso, mentre il peschereccio, di proprietà del pescatore Abd Al Salam Al Hessi, rimane confiscato dalla marina militare israeliana, con immenso danno dei lavoratori palestinesi che non hanno più di che sostenere le loro famiglie

Martedì pomeriggio, soldati israeliani durante una incursione in territorio palestinese hanno sparato alcuni colpi verso alcuni lavoratori impegnati a recuperare materiale edile di riciclo da delle maceri a Est di Gaza city. Colpito da una scheggia di proiettile e fortunatamente ferito solo in modo lieve, Mahmoud Mousa Mohammed di 19 anni.

(...) Allontanandomi dall’ennesima veglia funebre alla quale ho partecipato con i compagni dell’International Solidarity Movement, un vicino di casa della vittima si è avvicinato dicendomi: “sparano ai civili come fosse uno sport, una forma di divertimento, come andare a caccia”.

In effetti i numeri parlano da soli, secondo dati dell’ONU, l’anno che si va concludendo è stato di caccia grossa a Gaza per i soldati d’Israele, con 59 palestinesi uccisi, 24 dei quali civili e più di 220 feriti.

Nel 2010 nessuno civile israeliano è rimasto ucciso dai razzi sparati dalla Striscia.

Restiamo Umani
Vittorio Arrigoni da Gaza city"
Delitto e Castigo in Medio Oriente
Delitto e Castigo in Medio Oriente

Verso Gaza
In diretta dalla freedom flotilla

Nessun commento: