UN BLOG PER TENERTI SVEGLIO

UN BLOG PER TENERTI SVEGLIO
Notizie dal mondo, soprattutto da fonti internazionali, che il mainstream non riporta.

Translate

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

lunedì 14 marzo 2011

DOPO IL DISASTRO RADIATTIVO IN GIAPPONE: LE PROTESTE ANTINUCLEARI IN EUROPA

In decine di migliaia hanno preso parte alla manifestazione antinucleare nel sud della Germania. Una manifestazione pianificata nel tempo, ma dopo le notizie della emergenza nucleare in Giappone, gli organizzatori sono stati sopraffatti da 50000 persone che si sono fatte avanti. 


I manifestanti, che si sono organizzati in una catena di 54 km dall'impianto nucleare di  Neckarwestheim fino a Stoccarda, hanno chiesto al governo tedesco di abbandonare l'energia atomica.

Il cancelliere Angela Merkel, che ha allungato "la vita" degli impianti nucleari in Germania, ha riunito i ministri del suo cabinetto per una riunione di emergenza..

L'opposizione Social Democratica e i Verdi  hanno chiesto un cambiamento poichè molte centrali nucleari in Germania non potrebbero resistere ad una incursione aerea o terremoto.

"Non possiamo dominare la natura: è lei che ci governa" ha detto Renate Kuenast, il leader parlamentare dei Verdi.

In Italia un membro del governo (e non si dice quale...ndt) ha detto che il terremoto non cambierà i piani per passare ad un nuovo schema di energia nucleare.

L'Italia è l'unico dei G8 delle nazioni industrializzate che non produce energia nucleare, ma il primo ministro Silvio Berlusconi in futuro vuole generare dal nucleare un quarto della energia del paese.

Italia è anche ad alto rischio di subire disastri naturali, soprattutto terremoti.  Fabrizio Cicchitto, leader del partito di Berlusconi ha detto ai reporters: "Non è da ora che abbiamo problemi di energia".

In UK la segretaria per l'energia Chris Huhne ha detto che il governo sta monitorando la situazione nucleare in Giappone.  "E' troppo presto per dire quale è stata la causa"

Privatamente, molti nel governo e nel settore della energia privata in UK sono preoccupati che l'insorgere dello spettro del disastro nucleare avrà implicazioni  sul programma di costruzione in seno alla coalizione: 10 nuove centrali nucleari in sostituzione dei vecchi reattori del Paese.

(...) Jan Beranek, capo della Greenpeace International Nuclear Campaign, ha chiesto di abbandonare il progetto  di costruzione pensando al terremoto del Giappone. "I governi dovrebbero investire in energia rinnovabile che non è solo ecologica per l'ambiente, ma anche affidabile".

da: http://www.guardian.co.uk/environment/2011/mar/12/nuclear-safety-worries-spread-europe
traduzione e sintesi Cristina Bassi

Nessun commento: