UN BLOG PER TENERTI SVEGLIO

UN BLOG PER TENERTI SVEGLIO
Notizie dal mondo, soprattutto da fonti internazionali, che il mainstream non riporta.

Translate

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

martedì 8 marzo 2011

INTERVISTA DI CHANNEL 2 ISRAELE: GHEDDAFI E' EBREO...

PER VEDERE IL VIDEO SOTTOTITOLATO IN FRANCESE: QUI
Channel Two Israele qualche tempo fa, intervista 2 donne Gita Brown e sua nipote Rachel Saada,
che raccontato:

«La nonna di Gheddafi, una giudea sposata ad un giudeo che la maltrattava, scappò dal marito crudele e sposò uno shaik musulmano. La bambina nata da quell’unione era la madre di Gheddafi».

Non ha importanza che la (citat) madre di Gheddafi sia di fede islamica, perchè secondo il Talmud è di razza ebrea ed il figlio (ovvero Gheddafi, come si sostiene nella intervista) essendo di madre ebrea è – per la stessa legge rabbinica – un ebreo a pieno titolo.

Significa che se Gheddafi deciderà o dovrà fare alyah, Israele lo accoglierà come figlio secondo la Legge del Ritorno.

MA ANCORA di interessante: intervista ad Antonio Ferrari* su Radio Radicale 5.10.2010

La guerra in Iraq si poteva evitare con l'esilio di Saddam ma Gheddafi agì per impedirlo.

Secondo Antonio Ferrari*, editorialista del Corriere della Sera e grande conoscitore della politica mediorientale, Pannella aveva ragione: con l'esilio di Saddam si sarebbe potuto evitare la guerra in Iraq. Fu Gheddafi a mettersi di traverso e ad agire per far saltare questa possibilità. Per incarico di chi? Sullo sfondo c'è sempre la strage di Lockerbie, una vicenda dai troppi lati oscuri.

Ferrari sostiene che Saddam Hussein avrebbe accettato l’esilio – evitando quindi la guerra – se un vertice della Lega Araba lo avesse esortato a quella decisione. Il vertice doveva teneresi a Sharm El Sheik nel marzo 2003. Tutti i leader arabi erano d’accordo. Uno solo fece fallire il progetto: Il colonnello Gheddafi,

Ferrari nelal succitata intervista: «Di vertici della Lega Araba, Gheddafi ne ha fatti fallire fin troppi. Io personalmente ne ricordo almeno quattro, di quelli a cui fui presente personalmente. Uno, in Tunisia, saltò perchè i sauditi temevano che Ghedafi vi avesse organizato un attentato per uccidere il principe ereditario. Qualcosa di simile accadde in un vertice in Algeria. Che Gheddafi facesse il guastafeste per crearsi uno spazio, oppure per conto terzi, lo lascio alla immaginazione degli ascoltatori».

Nessun commento: