UN BLOG PER TENERTI SVEGLIO

UN BLOG PER TENERTI SVEGLIO
Notizie dal mondo, soprattutto da fonti internazionali, che il mainstream non riporta.

Translate

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

giovedì 28 aprile 2011

FUKUSHIMA: DOPO 45 GIORNI RIASSUNTO DELLA TRAGEDIA, OLTRE IL COVER UP UFFICIALE

L' ESPLOSIONE DEI TRE REATTORI E LA FUSIONE DELLE BARRE D'URANIO


Dopo l'11 marzo 2011, fughe d' idrogeno, esplosioni, e barre di uranio rimaste senza raffreddamento sono stati i continui problemi con i reattori 1, 2 e 3.

Il reattore 1 è stato coinvolto in una esplosione d'idrogeno e le barre di uranio del reattore 2 sono rimaste totalmente esposte prima di ulteriori esplosioni d'idrogeno avvenute il 15 marzo.

Successivamente il reattore 2 ha avuto enormi danni al nocciolo.

Il vaso di contenimento del reattore 2 è comunque fortemente danneggiato tale da esporre il materiale alla contaminazione ambientale.

Il 28 Marzo Nocciolo del reattore 2 è andato palesemente in fusione. La TEPCO non esponendosi e dice che si è fuso "poco poco" Ma non è Kaori nella famosa pubblicità della crema di formaggio.

"Il nocciolo del reattore nucleare di Fukushima in Giappone si è sciolto nel recipiente a pressione del "reattore", il che significa una grande quantità di radiazioni sono state immesse in maniera incontrollata, nell'acqua e nel suolo, su una vasta area. Lo scenario peggiore, da incubo. si sta svolgendo, ma non aspettatevi le spiegazioni dei grandi resoconti dei media o funzionari del.."[Fonte]

L'articolo cita come vi sia il rischio di ulteriori esplosioni a causa dell' idrogeno e l' ossigeno dell'acqua di mare utilizzata per raffreddare i reattori.


La contaminazione si è diffusa dal Mar Artico fino all'equatore e gli isotopi radioattivi di lunga emivita non posssono che causare danni ambientali ed alla salute umana per generazioni.

IL REATTORE 2 NON E' ATTUALMENTE INTEGRO:


Dulcis in fundo. Sembra reattore 2 sia danneggiato e non venga raffreddato. Non essendo integro emette dei gas radioattivi all'esterno.

ESPLOSIONE DEL REATTORE 3: COMBUSTIBILE MOX NELL'ATMOSFERA

Secondo un documento del governo americano, trapelato e pubblicato sul New York Times, frammenti e particelle di combustibile nucleare delle piscine di stoccaggio del materiale radioattivo esausto sopra i reattori, sono esplosi in aria fino ad un miglio che corrisponde ai nostri 1853 mt. Il documento si riferisce alla proiezione di scorie nucleari nell'atmosfera, verificatosi durante le esplosioni d'idrogeno del reattore 3 il 14 marzo scorso.

L'evento indica, tra l'altro, che ci sono danni pesanti a quelle piscine contenenti materiale esausto immerso in acqua, materiale pesantemente radioattivo. Questa è stata la prima pessima notizia. La ragione? Perchè il materiale radioattivo il Mox, composto di plutonio e di uranio, il più pericoloso. Se la fuoriscita di questo materiale si fosse mantenuta ad un piano basso, quello della terra, avrebbe potuto provocare ugualmente una contaminazione, ma più localizzata. Il fatto che ci sia stata un esplosione atmosfera, a quasi 2 mila metri di altezza, rappresenta un rischio reale di diffusione in tutto il mondo.

CONTROLLO DELLE RADIAZIONI IN 9 MESI

La notizia parla da sola: "La Tepco ha esposto il piano d'azione per mettere in sicurezza la centrale nucleare di Fukushima. Il primo passaggio è quello di fermare le radiazioni su diversi livelli: acqua, sottosuolo e detriti per poi passare al raffreddamento dei reattori, per il quali ci vorranno circa tre mesi. Entro sei-nove mesi si potrà procedere con l'arresto a freddo dei reattori."[Fonte] Vuol dire... altro che Chernobyl...!

TRE MILIONI DI LITRI DI ACQUA RADIOATTIVA DA UNA FALLA DEL REATTORE 2 NEL PACIFICO DOPO HANNO DATO LUOGO A RADIAZIONI 7500 VOLTE OLTRE I LIVELLI LEGALI

.. Ovvero tonnellate di acqua usate per il raffreddamento, sono state gettate in mare.


Giappone e TEPCO hanno coperto i livelli di radiazione dell'acqua di mare che sono risultati 7.500 mila volte superiori ai limiti di legge. Purtroppo questi livelli sono stati misurati prima che le tonnellate di acqua radiattiva fossero gettate nell'oceano. Per tale manovra la TEPCO, ha ottenuto l' approvazione da parte delle autorità giapponesi ed è stata coperta dall'AIEA. L’Agenzia per la sicurezza nucleare, all'indomani, della mendace notizia che fossse stata un fuga accidentale, si è "scusata" del via libera allo scarico di 11.500 tonnellate di acqua.

La versione ufficiale dell' Agenzia Internazionale per l'energia atomica, parla infatti di una "fuga" che avrebbe provocato una perdita di acqua contaminata direttamente in mare, a causa di una falla di 20 centimetri nel deposito cavo dell' Unità 2. Le perdite sono è state fermate da iniezione di agenti di coagulazione. Si può avere conferma anche su l sito Aiea

Qualcuno però si è dimenticato di dire dove finiranno queste perdite, che le correnti le porteranno in altri mari. Ovviamente questa "roba" evapora e nelle correnti d'aria arriverà su tutto il pianeta. Ciò che è stato disperso dalla Daiichi non si dissolve magicamente:

Giappone: Iodio radioattivo nel latte materno

Una notevole radioattività sta inquinando le falde acquifere collegate ai fiumi Pripyat e Dnepr, le cui acque confluiscono nel Mar Nero e sono bacino acquifero per 30 milioni di persone

Trovato latte fortemente contaminato dalle radiazioni di Fukushima nelle Hawai

Iodio radioattivo iodio-131 in campioni di acqua piovana nei pressi di San Francisco è risultatato essere di oltre 18.000 volte superiore agli standard federali di acqua potabile. Negli stati di Idaho, Minnesota, Ohio, Pennsylvania, campioni di acqua piovana Massachusetts ha dimostrato la presenza di iodio-131 fino a 181 volte superiore alla norma, previsto un aumento

Gli americani trovano uranio 234 e 238 nell'aria

Isotopi di Uranio, Stronzio e Cesio trovati dall'Alaska alla California (costa occidentale degli USA)

PESCE RADIOATTIVO CATTURATO AL LARGO DELLE COSTE GIAPPONESI

.. E come si possono risolvere tali incresciosi problemi ? Semplice: si alzano i livelli di radioattività consentiti nei frutti di mare per far si che le persone " non si preoccupino".

Negli stati uniti la Environmental Protection Agency ha iniziato a rilevare delle radiazioni in acqua piovana e il latte, con livelli superiori a quello massimo consentito. Quindi quale è il gioco? I funzionari del governo stanno cercando di abbassare il livello massimo di contaminazione previsto dall' EPA (US Enviroment Protection Agency-Agenzia per la protezione ambientale statunitense).

Infatti i livelli dell' EPA e della FDA (US Food and Drug Administration, agenzia statunitense per gli alimenti e i medicinali) non potrebbero essere che diversi:

L'EPA non consente che acqua potabile possa contenere più di 3 picoCuries per litro di istotopi radioattivi come lo iodio-131 ed il cesio-137.

La FDA consente fino a 4.700 picoCuries di iodio-131 in un litro di latte e fino a 33.000 picoCuries di cesio-137.

A sua volta pero la FDA sa rifiuta di effettuare i Test ittico per la radioattività ... In pratica il governo dice che il pesce radioattivo è sicuro. Buon appetito.

Emivita degli isotopi radioattivi

E in Europa? Un breve accenno sulle modifiche ad hoc circa il livelli consentiti delle radiazioni negli alimenti (ma per approfondire aprite il link):

L'Ordinanza UE 297/2011 innalza i Livelli Massimi di radiazione e di isotopi radioattivi per alimenti e mangimi, a livelli piuttosto alti. In alcuni casi, come nel caso del cesio-134 e cesio 137, i livelli sono in realtà due volte la quantità accettabile in precedenza. Molti di questi aumenti sono ammessi in prodotti come alimenti per lattanti e cibo per bambini.

Invece il CRIIRAD, organizzazione indipendente francese, con una informativa afferma che la situazione in Francia è applicabile ad altri paesi europei. Il livello di contaminazione dell'aria è attualmente lo stesso in Belgio, Germania, Italia e Svizzera.

Il CRIIRAD a sua volta appare controverso. Se da una parte sconsiglia l'alimentazione a base di ortaggi a foglia larga, latte e derivati, dall'altra dice anche che i bimbi possono tranquillamente bagnarsi con la pioggia, anche se si sconsiglia l'uso dell'acqua piovana per le colture. Sottolinea il pericolo di accumulazione nell'organismo dello Iodio e del Cesio per ingestione, ma non cita affatto i pericoli derivanti dal plutonio e dall'uranio.

In Italia? In molte rilevazioni è stato escluso lo iodio allo stato gassoso, si va ad analizzare sopratutto il particolato atmosferico, escludendo probabilmente dispersioni più, per così dire, minuscole.

Solo recentemente l' Arpa Friuli, in una nota nelle rilevazioni del 6 aprile oltre al Cs134 e Cs137, ha aggiunto anche lo iodio I131, e le rilevazioni dell'acqua piovana.. Dicono "nessuna rilevanza sanitaria".. vuol dire tutto "innoquo"?

"L'Arpa Emilia ha finalmente iniziato ad aggiungere le analisi sullo iodio gassoso accanto a quello particellare. Quest'ultimo risulta alla vista dei loro dati il 15% del totale... Insomma bisogna moltiplicare i dati precedenti sullo iodio particellare per 6,5 per ottenere un'approssimazione accettabile dello iodio realmente presente nell'aria." [Aipri]

Tutta l'informazione è esclusivamente sullo iodio 131 e sul Cesio 134 e 137, senza mai citare lo Iodio I 129 che contaminerà l’ambiente visto che ha un tempo di dimezzamento di circa 15,7 millioni di anni; ne del il Krypton 85, ne il trizio, ne il carbonio 14, tutti gas "longevi" e dannosi.

Secondo AIPRI, lo iodio non è il solo problema, anche se le piogge sono in grado di farlo arrivare al suolo, nei terreni, in grande quantità.). Il problema reale sono gli elementi di radiazione alfa trasportati dalle particelle fini, che costituiscono un gravissimo pericolo polmonare.

Come sottolinea anche Gianni Mattioli, non c'è un livello di soglia al di sotto del quale la radiazione è innocua, in quanto con un po' di sfiga, basta una sola particella radioattiva a fare grandi danni.

Aipri:"Il ritrovamento di cobalto nelle ricadute sul territorio statunitense è un segno inequivocabile della presenza di uranio e di plutonio nel fallout. Il colbalto fonde in effetti ad una temperatura superiore (1495°) a quella del uranio (1135°) e del plutonio (640°).[..]I filtri per aerosol catturano aerosol, ossia particelle di materia solida, non catturano i gas. [..] Ricordatevi inoltre che accanto ai gas radioattivi ci sono altri effluenti particellari (cesio, stronzio, uranio, plutonio, ecc.) immessi nell'atmosfera. Ne va sempre così. Ricordatevi che le strumentazioni hanno dei limiti di detezione e che le particelle che si trovano al di sotto di questi limiti non sono affatto innocenti.[..]

Avete mai sentito uno dei famosi esperti in auge dotati di marchingegni a cui nulla sfugge... segnalare la presenza di uranio impoverito nell'aria (ne sono state sparate non meno 10 mila tonnellate questi 10 ultimi anni...)?".


fonte: http://nonvotarechitiavvelena.blogspot.com/2011/04/fukushima-assoluto-cover-up-su-dati-e_26.html

Nessun commento: