UN BLOG PER TENERTI SVEGLIO

UN BLOG PER TENERTI SVEGLIO
Notizie dal mondo, soprattutto da fonti internazionali, che il mainstream non riporta.

Translate

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

mercoledì 22 giugno 2011

LO STATO ITALIANO DIVENTA UN HACKER, MA "A FIN DI BENE"...

FONTE: http://www.repubblica.it/politica/2011/06/22/news/mail_spia_hacker-18041273/?

"ROMA - La chiave dell'inchiesta sulla P4 sta anche in qualche byte di codice, in un programma per computer - un virus si potrebbe dire - che i pm Henry John Woodcock e Francesco Curcio sono riusciti a installare nel portatile di Luigi Bisignani, trasformandolo di fatto in una cimice. Un esempio di una tecnologia 'da hacker' utilizzata per fini nobili: come un Robin Hood che intercetta gli indagati per aiutare la giustizia.


Tecnicamente si chiamano trojan, e prendono il nome dal famoso cavallo omerico: sono dei programmi che si installano all'insaputa del proprietario del computer e agiscono in silenzio, senza farsi notare, ma con risultati spesso distruttivi. I trojan classici sono utilizzati dagli hacker per rubare dati personali agli utenti (come i numeri delle carte di credito) o per inviare e-mail di spam, o ancora per guidare da lontano un computer infetto.


La differenza è che 'Querela' - questo il nome del file installato sul pc di Bisignani - è un programma sviluppato interamente dalle forze dell'ordine italiane e la sua funzione è quella di trasformare un pc in una cimice: prendendo il controllo della scheda audio, può catturare attraverso il microfono tutto quello che succede nella stanza e inviarlo agli investigatori. Non solo: registrando direttamente dalla scheda audio, può aggirare le difficoltà di intercettazione dei software per le chiamate Voip (voice over internet protocol, come Skype).

C'è quindi anche uno spirito piratesco - ma legalizzato - in 'Querela', un software che si sta rivelando fondamentale nelle inchieste contro la criminalità organizzata. A infettare il computer di Bisignani è stata, come succede a tutti prima o poi, una semplice mail: all'apparenza un messaggio in arrivo da un social network (come Facebook o Linkedin) che però porta l'utente su un sito creato ad hoc che installa il software-spia.

'Querela' è quindi un esempio positivo di quello che uno Stato può fare con la tecnologia. Ma è un caso limite. Se, grazie allo sviluppo di internet, la vita è migliorata (o semplicemente cambiata, per chi preferisce evitare giudizi di valore) si sono anche moltiplicate le occasioni per hacker e cybercriminali di danneggiare gli utenti e trarne vantaggio. E sempre più la tecnologia è diventata anche strumento di competizione internazionale e di guerra 'fredda'".

PER TUTTO L'ARTICOLO SI VADA ALLA FONTE CITATA.

Nessun commento: