UN BLOG PER TENERTI SVEGLIO

UN BLOG PER TENERTI SVEGLIO
Notizie dal mondo, soprattutto da fonti internazionali, che il mainstream non riporta.

Translate

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

giovedì 4 agosto 2011

INTERVISTA A L. SCOGNAMIGLIO: ALIENI BUONI O CATTIVI?

D) Domanda scontata: gli alieni esistono o no? Sono buoni o sono cattivi?

R) Decine di anni di studio del fenomeno delle interferenze aliene ci portano a rispondere affermativamente a questa domanda. Sì, gli alieni esistono, ed interferiscono pesantemente con una parte della popolazione terrestre, con metodi e scopi ben precisi, da tempi molti antichi. Li abbiamo sempre identificati nella storia come dèi, angeli e demoni, e se da un lato li abbiamo venerati e pregati, dall'altro li abbiamo temuti e rifiutati. Un'attenta osservazione del comportamento di questi alieni ci porta a non etichettarli come “cattivi”, né tanto meno come “buoni”, ma a definirli semplicemente... alieni. Sono esseri fisicamente, energeticamente e psichicamente molto diversi da noi, agiscono per ottenere determinati risultati e noi facciamo parte del loro piano, non si fanno scrupoli a fare ciò in quanto ci considerano di loro proprietà, e non sembrano essere minimamente coscienti né della nostra essenza e del nostro potere, né della morale delle loro azioni. Semplicemente agiscono per loro tornaconto senza curarsi del diritto alla libertà altrui, proprio come fanno tanti esseri umani su questo pianeta con i loro simili e con gli animali. Ne abbiamo preso atto dall'evidenza dei fatti, ed abbiamo deciso di agire per il nostro bene senza occuparci di giudicare questi esseri.

D) In cosa consiste esattamente il suo lavoro, la sua attività?
R) Prendendo in esame solo il campo delle interferenze aliene, collaboro ufficialmente con Corrado Malanga
per diffondere le più avanzate scoperte nel settore dal vivo e via internet, ricevere coloro che pensano di
subire il fenomeno delle interferenze aliene, esaminare il loro Test di Auto-Valutazione (il TAV scaricabile da
www.ufomachine.org) compilato, fornire assistenza e supporto a queste persone, ed applicare tecniche per
sbloccare i ricordi “sigillati” delle loro abduction e successivamente risolvere il problema aiutandoli a
liberarsi da questi fenomeni.

D) Oggi più che mai si sente parlare di Abduction: cosa sono?
R) “Abduction” è un termine inglese che in italiano significa “rapimento”, e viene da noi solitamente inteso
nella sua accezione di “alien abduction”, ovvero “rapimento alieno”. Da qui, le persone rapite prendono
quindi il nome di “abdotti” nella nostra lingua, ormai quasi del tutto sostituito dal più diffuso “addotti”.
Questi sono coloro che hanno frammenti di memoria in cui esseri non umani invadono la loro proprietà, o
comunque il loro spazio personale, e li portano via in luoghi del tutto estranei nei quali li usano per i più
disparati scopi, riportandoli poi da dove li hanno prelevati e facendo in modo che nulla venga ricordato.
Queste persone hanno tutte gli stessi frammenti di ricordi, con gli stessi esseri e gli stessi luoghi, e
presentano le stesse cicatrici, sia sul fisico che nella psiche. Il problema delle abduction non è fantascienza, è
reale e molto diffuso, e bisogna assolutamente fare qualcosa per tirarsene fuori e per capire cosa fare per
migliorare la conoscenza di noi stessi e la nostra condizione umana, specialmente in merito all'esistenza di
questi esseri che ci trattano come oggetti di loro proprietà.

D. Abbiamo letto che effettuate sedute di ipnosi: non è un metodo un po' troppo "interpretativo"? Usate
anche altri metodi?
R. I metodi che utilizziamo sono grosso modo quelli che ho accennato prima: ad alcuni di essi non è stato
dato alcun nome, mentre altri sono stati chiamati “tecnica delle àncore” riguardo il recupero dei ricordi, e
“SIMBAD” riguardo la risoluzione autonoma dei problemi di abduction e non solo, dove l'acronimo sta per
“Self Induced Method for Blocking Abductions Definitively”. Queste due tecniche possono essere
decisamente potenziate se eseguite da un operatore che mette il soggetto in uno stato di ipnosi, la quale viene
effettuata assolutamente non con metodi lampo in quanto rischiosi in questo campo, ma con metodi derivanti
dal lavoro di Milton Erickson, padre dell'ipnosi moderna, e di Richard Bandler e John Grinder, fondatori
della PNL. Il metodo non è interpretativo in quanto chi esegue l'ipnosi non mette mai in bocca al soggetto
alcuna parola, anzi provando ad influenzarlo otterrà risposte negative, in quanto nell'ipnosi così effettuata
non c'è possibilità alcuna di alterazione dei ricordi, che in realtà sono informazioni lette dalla griglia
dell'ologramma universale, in accordo anche con la recente Super Spin Theory (SST) che è riuscita a
spiegare in un elegante modello matematico tutti i fenomeni normali e paranormali prendendo in esame il
tempo, lo spazio, l'energia e la Coscienza. L'unico momento nel quale è possibile cambiare la situazione, ma
di proposito ed in modo controllato, è quando si passa ad agire sulla componente animica del soggetto,
mediante la Programmazione Neuro-Linguistica dell'Anima (PNLA), che è il momento cruciale per la
risoluzione dei casi di abduction ma anche di qualsiasi altro tipo di problema. I risultati ottenuti in migliaia di
sedute di ipnosi ed autoipnosi sugli addotti italiani mostrano sempre gli stessi risultati, che quindi rendono
l'ipnosi stessa e il fenomeno delle abduction qualcosa di oggettivo e non di soggettivo, qualcosa di
“riproducibile in laboratorio” in un certo senso, dato che passa i criteri della vera Scienza, ovvero:
verificabilità, riproducibilità, falsificabilità.

D. Come possono contattarvi invece le persone che "credono" in questo tipo di fenomeni per avere
informazioni?
R. Il sito ufficiale di Corrado Malanga è www.ufomachine.org ma siamo anche rintracciabili via Facebook.
Pubblichiamo regolarmente il materiale riguardante le nostre ricerche e i nostri risultati, sia su questi due siti
che sul forum www.conoscitestesso.selfip.net, che gestisco io stesso. Qualunque altro gruppo che si occupi di
interferenze aliene, per quanto possa darlo ad intendere, non è invece al corrente della maggior parte delle
informazioni approfondite ed aggiornate ottenute dallo studio avanzato sugli addotti con le nuove tecniche
ipnotiche, e non collabora assolutamente con Corrado Malanga, il quale ha anzi interrotto da tempo ogni
collaborazione con chi non aveva i requisiti per poter operare nel campo senza fare ulteriori danni.
Ricordiamo infatti che non si può operare sugli addotti se si è addotti a propria volta, o se si è in costante
contatto con chi non riesce ad uscire dal problema: chi ci ha provato in queste condizioni, finora, ha solo
contribuito ad amplificare l'irrecuperabilità di molti soggetti ignari di ciò. Chi sospetta di aver vissuto
situazioni di abduction può compilare il TAV presente sul sito ufficiale, dal quale si possono anche scaricare i
documenti in cui sono riunite tutte le informazioni utili a comprendere il problema delle interferenze aliene.
Il materiale audiovisivo è principalmente presente su YouTube, ed ogni intervista o conferenza verrà
annunciata sui network precedentemente menzionati. Tutto ciò che facciamo è gratuito perché pensiamo che
la conoscenza e la libertà non abbiano alcun prezzo, ed è per colpa della moneta e dell'avidità che siamo
arrivati a questo punto, permettendo ai nostri governanti in ombra di tenerci bloccati in questa situazione".

tratto da: www.ufomachine.org

ARTICOLO CORRELATO:
VIDEO DI CREDO MUTTWA, ATTRAVERSO DAVID ICKE

Alieni o Demoni sconto 15%
Corrado Malanga: Alieni o Demoni,
La battaglia per la vita eterna


Nessun commento: