UN BLOG PER TENERTI SVEGLIO

UN BLOG PER TENERTI SVEGLIO
Notizie dal mondo, soprattutto da fonti internazionali, che il mainstream non riporta.

Translate

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

mercoledì 14 settembre 2011

RIUSCIRA' IL PRINCIPE CARLO A SALVARE GLI UMANI DALLA ESTINZIONE??

Prince Charles è il nuovo Presidente del World Wild Life Fund for Nature (WWF) inglese, una posizione che suo padre,  il Principe Filippo, già detenne in passato.

Ha detto chee “senza la biodiversità che è cosi minacciata, noi stessi non saremo in grado di sopravvivere”. Essenzialmente, il principe ha biasimato la incombente estinzione della umanità causa il Cambio Climatico, la produzione di massa, gli alti standard di vita e la richiesta di terra. Le sue rivendicazioni, tuttavia, anche se contengono una minima percentuale di verità, sono piuttosto ingannevoli nel modo in cui sono presentate al pubblico.

 
La responsabilità, tuttavia,  per le istanze sollevate dal Principe Carlo, come noto è stata posta sul gobbo della persona media (i contadini per Charles) e non su coloro che stanno notoriamente ed attivamente distruggendo il pianeta per i loro guadagni. Infatti, è obbiettivo del Principe Charles e di tutti i facente parte come lui della elite, quello di riportare il cittadino medio a standard di vita feudali , mentre lor signori mietono i benefici di ogni amenità che la civiltà moderna rende possibili

E’ importante chiarire che non è una esagerazione, dire che la elite e specificatamente il Principe Carlo, voglia far ritornare la popolazione  a standard di vita dell’era feudale. In aggiunta alla sua instancabile campagna  per porre fine all’uso di auto  in Inghiletarra, cosi come la sua spinta grottesca per convincere il pubblico   a rinunciare a farsi bagno, Charles ha anche suggerito che gli Inglesi comincino a considerare di vivere in case fatte di mattoni d’argilla e lana di pecora.

Quello che non menziona tuttavia agli stupidi striscianti che veramente credono che egli sia dalla parte dell’ambiente, è che nessuno avrà altra scelta se non quella di spostarsi in queste aree, poiché chiunque risieda in campagna non avrà modo di viaggiare  o lavorare per andare in città a fare le spese.

Naturalmente questo è esattamente l’obiettivo. Si devono creare grandi supercittà, dove la gente generale dovrà essere stipata, impacchettata, impilata. La mobilità e la libertà saranno severamente limitate poiché i trasporti, se non verso  il lavoro, saranno inaccessibili".
 


Nessun commento: