UN BLOG PER TENERTI SVEGLIO

UN BLOG PER TENERTI SVEGLIO
Notizie dal mondo, soprattutto da fonti internazionali, che il mainstream non riporta.

Translate

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

sabato 3 dicembre 2011

LA FIAT POTREBBE LASCIARE L'ITALIA:. LO DICE IL SUO AMMINISTRATORE DELEGATO


marchionne


FIAT POTREBBE LASCIARE L'ITALIA...
(TMNews) - La Fiat potrebbe lasciare l'Italia. Lo ha affermato l'amministratore delegato Sergio Marchionne, sottolineando che "possiamo lasciare l'Italia. Siamo una multinazionale e abbiamo attività in tutto il mondo: potremmo andare avanti anche senza l'Italia".

"Chi pensa di poter condizionare la Fiat - ha aggiunto Marchionne ai microfoni di Radio24 - si sbaglia alla grande".

MARCHIONNE A RADIO 24: "LA FIOM E' LA TIRANNIA DELLA MINORANZA VERSO LA MAGGIORANZA E LA FIAT NON PUO' ESSERE LA VITTIMA DI QUESTA MINORANZA. CHI PENSA DI POTER CONDIZIONARE LA FIAT SI SBAGLIA. POTREMMO LASCIARE L'ITALIA. MONTI BISOGNA FARLO LAVORARE. HO UNA GRANDE FIDUCIA NELLE SUE CAPACITA' DI GESTIONE"...

"Abbiamo avuto la maggior parte dei lavoratori che ha appoggiato un'alternativa. Il treno è passato ed è inutile cercare di insistere che bisogna rinegoziare. Quella decisione è stata presa e non possiamo continuare a votare finché non vince la Fiom. E' la tirannia della minoranza verso la maggioranza. La Fiat non può essere la vittima di questa minoranza". Lo ha detto Sergio Marchionne, Ceo di Fiat e Chrysler ai microfoni di Radio 24 al margine di una conferenza organizzata a Washington dal Council for the United States and Italy, intervistato da Mario Platero per America24. Marchionne ha aperto il suo intervento con una slide "FATE PRESTO" riprendendo la storica copertina del Sole 24 Ore del 10 novembre scorso per dare molti messaggi molto diretti (Platero in prima pagina sul Sole 24 Ore racconta l'intera cronaca dell'evento).

IL 'COMPAGNO' MARCHIONNE
marchionne
"Il fatto è - continua Marchionne a Radio 24 - che uno operaio su dieci vuole condizionare l'andamento dell'azienda. La Fiat non può essere la vittima di questa minoranza. Non si può investire così, parliamo di miliardi di Euro di investimenti, non di aprire un supermercato. Possiamo lasciare l'Italia. Siamo una multinazionale e abbiamo attività in tutto il mondo - e ribadisce a Radio 24 - Potremmo andare avanti anche senza l'Italia. Chi pensa di poter condizionare la Fiat, si sbaglia alla grande" - Sulla richiesta della Camusso di far intervenire anche il Governo sui progetti industriali Fiat, il Ceo Fiat auto, risponde a Radio 24: "Il Governo non c'entra nulla e Monti, quel pover uomo che ha un mondo di cose da fare, cosa c'entra con la Fiat. Monti deve portare avanti una serie di manovre per cercare di ottenere la tranquillità a livello europeo dei finanziamenti del paese e se non ce la fa, fallisce il progetto. Per questo deve essere assistito e appoggiato dalla politica fino a quando ha risolto il problema. Non abbiamo altra scelta. Bisogna lasciarlo lavorare. Ho una grande fiducia nelle sue capacità di gestione".

FONTE: http://www.dagospia.com/rubrica-4/business/marpionne-annuncia-la-fiat-potrebbe-lasciare-l-italia-per-chi-legge-dagospia-e-un-32808.htm

1 commento:

Zak ha detto...

E' normale, quando la nave affonda i topi scappano, la fiat dopo aver succhiato tanti di quei miliardi dallo stato ora che la carogna è dissanguata và a succhiare da un'altra parte, marchionne è uno schiavo anche lui, magari qualche gradino sopra, fà quello che gli dicono di fare i padroni!