UN BLOG PER TENERTI SVEGLIO

UN BLOG PER TENERTI SVEGLIO
Notizie dal mondo, soprattutto da fonti internazionali, che il mainstream non riporta.

Translate

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

mercoledì 4 gennaio 2012

CRISI E RISPARMIO: FARE IL PIENO NEI DISTRIBUTORI LOW COST

Il prezzo di benzina e gasolio continua la sua ascesa inesorabile. Per risparmiare qualcosa, chi può attraversa la frontiera e fa rifornimento in Svizzera. E per chi è troppo lontano dai confini? Ci pensano i distributori indipendenti, letteralmente presi d'assalto dagli automobilisti.

C'è chi le chiama "pompe bianche", chi no logo. Qualcuno è legato ad un centro commerciale (come i distributori di Ipercoop o Auchan). Quel che è certo è che lì un pieno costa meno rispetto ai vari Esso, Tamoil, Ip, Q8 e che, merito forse della fortuna che stanno ottenendo, stanno crescendo a vista d'occhio.

Federconsumatori ne censisce quasi 300, mentre gli ideatori di PrezziBenzina.it (la mappa dei distributori in tutta Italia) hanno realizzato una pagina in cui sono indicati tutti i più di 1870 distributori indipendenti d'Italia. E per chi viaggia fuori dal Paese la Svizzera non è la sola opportunità per un pieno a basso costo. Se è vero che la nostra è la benzina più cara d'Europa, per trovare il rivenditore più economico sul proprio percorso è bene dare uno sguardo al portale dell'Unione europea che riporta i prezzi di tutte le fonti energetiche.


Una volta riempito il serbatoio, però, è importante risparmiare benzina e gasolio e ottimizzare i consumi. Non dimentichiamoci che anche un solo chilomentro in più con un pieno rispetto al solito può fare la differenza per il portafogli. Ecco quindi qualche consiglio per consumare meno.

1) Usate il self service: quasi tutti i distributori ormai praticano un prezzo di qualche centesimo più basso rispetto al servito. Se possibile, fate rifornimento in autostrada: su molte tratte i distributori devono applicare da contratto un prezzo più basso rispetto a quelli all'esterno
 2) Evitate le frenate brusche o le accelerate repentine: una velocità moderata e uniforme garantisce minori consumi (oltre che maggiore sicurezza)
3) Tenete il motore pulito e performante permette di risparmiare i consumi di carburante, così come una regolare manutenzione di filtri dell'aria e pastiglie dei freni e l'equilibratura delle sospensioni. Controllate regolarmente pressione e stato degli pneumatici
4) Cercate di mantenere i giri del motore a 2000, senza "tirare" inutilmente le marce: un rapporto troppo basso fa consumare fino al 10% in più
5) Spegnete il motore durante le soste, anche al semaforo se possibile permette di risparmiere fino al 30% in città
6) Anche scattare al verde o correre tra un semaforo e l'altro non fa certo risparmiare benzina. E probabilmente nemmeno tempo
7) Aumentare un po' la velocità prima della salita per mantenere costanti i giri motore
8) Prestate attenzione alla aerodinamicità della vettura: viaggiate con i finestrini chiusi ed evitate di tenere il portapacchi montato quando non è necessario. Evitate anche i pesi inutili svuotando il bagagliaio di quello che non vi serve
9) Tenete il più possibile spento il condizionatore e spegnetelo quando abbassate i finestrini
10) Ricordate che dal primo gennaio sono state eliminate le commissioni per i pagamenti con carte di credito e bancomat fino a 100 euro

fonte: http://www.ilgiornale.it/interni/dalle_pompe_biancheai_piccoli_accorgimenticome_risparmiare_benzina/04-01-2012/articolo-id=565343-page=0-comments=1

Nessun commento: