UN BLOG PER TENERTI SVEGLIO

UN BLOG PER TENERTI SVEGLIO
Notizie dal mondo, soprattutto da fonti internazionali, che il mainstream non riporta.

Translate

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

lunedì 26 marzo 2012

MONSIGNOR WILLIAMSON ASSOLTO DALLA CORTE D'APPELLO DI NORIMBERGA



La Corte d’Appello di Norimberga, il 22 febbraio 2012,  ha annullato la condanna inflitta a monsignor Richard Williamson dal Tribunale Regionale di Ratisbona, l’11 luglio 2011, per «incitamento allodio razziale». La Corte d’Appello ha anche deciso che lo Stato di Baviera deve pagare le spese processuali sinora sostenute da monsignor Williamson. Tuttavia non è detta l’ultima parola, il processo contro Gesù docet.

 Nel novembre 2008 il Vescovo britannico aveva rilasciato dalla Germania un’intervista alla televisione svedese in cui, secondo i patti stabiliti, avrebbe dovuto rispondere ad alcune domande sulla Tradizione cattolica. L’intervista, sempre secondo i patti, sarebbe stata trasmessa in Svezia e non in Germania.
Invece i patti furono violati dalla televisione svedese, che tese una domanda trabocchetto a monsignor Williamson sulla shoah e poi la trasmise, scorrettamente, in Germania. Il vescovo aveva semplicemente risposto alla domanda che per quanto aveva letto circa venti anni prima nel «Rapporto Leuchter», pubblicato dall’editore canadese Zundel, non vi erano prove sufficienti per affermare con certezza l’esistenza di un piano di eliminazione totale del popolo ebraico da parte del III Reich germanico, tramite camere a gas. «Comunque, aveva concluso, se mi portate prove ulteriori, che sono state addotte in questi ultimi venti anni, sono pronto studiarle e a prenderne atto».
Nessuna prova gli fu data e tuttavia fu condannato da quasi tutti senza attenuanti generiche e specifiche. Egli era il mostro negazionista, nazista, ignorante, retrogrado che andava «eliminato» geograficamente poiché aveva mantenuto il mondo della Tradizione nel «ghetto». Nessun addebito fu mosso agli svedesi, che, in realtà, furono i veri colpevoli del caso montato ad arte ai danni di monsignor Williamson.

Monsignor Williamson, anche da riabilitato, resta un personaggio scomodo perché ama la verità e la dice. Ora «veritas parit odium». Quindi, per non essere odiati, bisogna sorvolare su certe questioni politicamente e teologicamente scorrette.  Perciò bisogna mantenere il silenzio stampa (o un «profilo basso», come si dice in ambiente «curiale») sul caso Williamson, che da tre anni si trova praticamente agli «arresti domiciliari».

 Dal punto di vista umano la vicenda è stata e continua ad essere squallida, tranne per monsignor Williamson, che è stato uno dei pochi ad esserne uscito a testa alta. Ma questo è normale: le vicende umane sono quasi sempre molto poco edificanti. Tuttavia non si dovrebbe sorpassare un limite, che, in tal caso, è stato abbondantemente scavalcato in maniera «disumana» come solo certi «preti» sanno fare.

don Curzio Nitoglia da:http://effedieffe.com/index.php?option=com_content&view=article&id=77913:tanto-rumore-per-nulla-&catid=83:free&Itemid=100021


SCARICABILE FREE:  THE HOAX OF THE 20TH CENTURY
http://vho.org/aaargh/fran/livres3/HoaxV2.pdf

Nessun commento: