UN BLOG PER TENERTI SVEGLIO

UN BLOG PER TENERTI SVEGLIO
Notizie dal mondo, soprattutto da fonti internazionali, che il mainstream non riporta.

Translate

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

mercoledì 23 gennaio 2013

LA ROMANIA PUBBLICA UN LIBRO SULLE RADICI NAZISTE DELLA EU DI BRUXELLES

Il 12 ottobre 2012, il  NATIONAL il quotdiano rumeno, ha pubblicato un articolo a pagina intera relativo al libro “The Nazi Roots of the ‘Brussels EU’”.(Le Radici naziste della Europa di Bruxelles), descrivendolo come "il libro che fa impazzire i parlamentari EU". L'articolo fa un sommario  dei contenuti del libro ed afferma che ha fatto esplodere la costruzione della EU

Per vedere la versione online dell'articolo  sul NATIONAL clickare qui. Per scaricare  la copia della versione originale, stampata, qui.

“The Nazi Roots of the Brussels EU”

Quattro autori riunitisi per lo stesso scopo, ovvero mostrare "cio' che avreste sempre voluto sapere sulla EU di Bruxelles, ma che nessuno ha mai osato dirvi" , hanno fatto esplodere, in alcune centinaia di pagine, la costruzione e  il consolidamento di cio' che viene chiamata "Unione Europea" 
Gli autori sono: Paul Anthony Taylor –  un combattente per il cibo naturale; Aleksandra Niedzwiecki , una biochimica; Dr. Matthias Rath, fondatore  dell'Istituto di Ricerca Dr. Rath Research Institute, un centro per la medicina naturale e August Kowalczyk, un ex prigioniero nel campo di concentramento e sterminio di Auschwitz, con il numero 6804.

IG Farben, Bayer, BASF, Hoechst dietro Hitler

Kowalczyk è l'autore del libro "Barbed Wire Refrain"  ("Il ritornello del filo spinato") ed ha molti documenti che riguardano la formazione della EU all'interno del "cartello industriale dell'industria chimica, petrolifera e farmaceutica", un file che ha allegato come documento di denuncia alla Corte Internazionale di Hague.
Dal 2003, alcuni ricercatori del Rath Institute si sono uniti a lui e hanno dato vita ad azione per smascherare l' "elite che vuole controllare tutto il mondo", incoraggiando i politici Europei, specialmente quelli che lavorano a Bruxelles, a studiare gli originali dei documenti pubblicati.
Il libro "Nazi Roots of the Brussels EU" (Le Radici Naziste della Eu di Bruxelles) dimostra che non è stato Hitler a dare il via alla Seconda Guerra Mondiale, ma una elite di un cartello industriale dell'industria chimica, petrolifera e farmaceutica, allo scopo di controllare i mercati globali.
Dei documenti ufficiali del Congresso USA e dei Tribunali di Norimberga per i Crimini di Guerra, mostrano che la Seconda Guerra Mondiale è stata preparata, assistita, finanziariamente, logisticamente  e tecnicamente, dai maggiori e piu' noti cartelli industrali petroliferi e farmaceutici di quel tempo: quello della tedesca IG Farben che includeva la Bayer, BASF, la Hoechst ed altre aziende chimiche.
La Seconda Guerra Mondiale fu, secondo gli autori, il primo tentativo di conquistare il mondo da parte degli interessi corporativi.

Il nazista Walter Hallstein, "padre" della Unione Europea

Dopo che entrambi i tentativi militari di soggiogare  l''Europa erano falliti, il Cartello investì in un terzo tentativo: la conquista politica ed economica della Europa, per mezzo della "EU di Bruxelles". Gli autori provano, con documenti alla mano,  che gli architetti della EU venivano reclutati tra quei tecnocrati che avevano già pianificato una Europa post bellica, sotto la coalizione del cartello nazista
Il piu' noto fu  Walter Hallstein, il primo Presidente della cosiddetta Commissione Europea . Nel regime nazista questi era un importante avvocato, coinvolto nella programmazione amministrativa e legale  della Europa post-bellica sotto il controllo della elite nazista e della IG Farben. Hallstein si era laureato al  "Kaizer Wilhelm Institute" di Berlino, finanziato dalla IG Farben. Era stato membro dei Rechswahrer (una associazione nazista di protettori della legge) .
Nel 1938, Hallstein reppresento' il governo nazista, in negoziati con i fascisti in Italia,  in merito alla cornice legslativa riguardante una piu' estesa dittatura in Europa. Da queste negoziazioni basti  solo questa citazione:
" L'ordine legale dello stato dittatoriale (il Fuhrerstaat  - lo Stato del Fuehrer o la Grande Germania) ha il compito  di proteggere la integrità, la salute  e la salute razziale delle sue genti .(...)  La razza suprema deve essere particolarmente protetta dalla razza ebrea, eliminandola dalla società una volta per tutte".  
I negoziati ebbero luogo a Roma dove egli ritorno' successivamente come "padre" di una Europa "democratica".

La Commissione Europea, secondo il modello del Fuhrerstaat (Lo Stato del Fuehrer)

Immediatamente dopo questa conferenza italo-germanica, il Kaizer Wilhelm Institute, il cui Presidente, Carl Bosch,era un direttore della IG Farben, annuncio' la scoperta della fissione nucleare e la possibilità di costruire un' "arma suprema" che avrebbe aiutato ad installare il nuovo ordine europeo, quello desiderato dai Nazisti e dalla IG Farben. 
Il 25 Marzo 1957, già "pulito", Hallstein fu nominato uno dei 12 padri fondatori del "Trattato di Roma", il fondamento della EU e nel 1958 fu nominato presidente  della Commissione Europea, dichiarando: 
"La Commissione europea ha pieni poteri e illimitati per tutte le decisioni che riguardano l'archittetura di questa comunità europea". In un discorso di propaganda nazista, tenuto nel 1939, Hallstein proclamava le stesse cose ma con parole diverse:
"La creazione della Nuova Legge [dei Nazisti] è compito SOLO dei legislatori". Vera democrazia!
Dalla posizione che gli fu assegnata, Hallstein diede forma alla struttura Europea secondo i piani iniziali di una Europa nazista post bellica, sotto il giogo della IG Farben. Tutte le interconnessioni tra i Nazisti, la IG Farben e i "padri" della EU sono descritte nel dettaglio nel libro "The Nazi Roots of the Brussels EU". 
Potete trovare dettagli qui: www.eu-facts.org (i documenti) e qui www.eu-referendum.org (la campagna per i referendum europei in merito ad ogni cambiamento legislativo che rigiardi le nazioni EU)

fonte: http://www4.dr-rath-foundation.org/THE_FOUNDATION/bookthatdriveseucrazy.html
traduzione Cristina Bassi 

Nessun commento: