UN BLOG PER TENERTI SVEGLIO

UN BLOG PER TENERTI SVEGLIO
Notizie dal mondo, soprattutto da fonti internazionali, che il mainstream non riporta.

Translate

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

martedì 8 gennaio 2013

LA SPAGNA PROSCIUGA IL FONDO CHE FINANZIA LE PENSIONI

image 
Manifestanti che marciano a Malaga ad una protesta contro gli aumenti delle tasse e i tagli della austerità, nell'ottobre scorso. Nella foto una coppia di pensionati con la figlia

MADRID—Spain has been quietly tapping the country's richest piggy bank, the Social Security Reserve Fund, as a buyer of last resort for Spanish government bonds, raising questions about the fund's role as guarantor of future pension payouts…

La spagna prosciuga il Fondo che garantisce le pensioni
La Spagna ha attinto zitta zitta al salvadanaio più ricco del paese, il Social Security Reserve Fund, utilizzandolo come compratore di ultima istanza dei titoli di stato e sollevando dubbi sul ruolo del Fondo come garante dei futuri pagamenti pensionistici…


Fra l’altro, pare che i soldi per le pensioni scarseggino di già. Infatti, il governo, sempre zitto zitto, ha pescato 3 miliardi lo scorso settembre e 4 a novembre dal fondo di cui sopra, per far fronte ai pagamenti. Superando così il limite annuo di prelievo stabilito per legge. Limite che ovviamente il Governo ha prontamente innalzato. 


Ad ogni modo, grazie agli acquisti di Bonos (che hanno reso le ultime aste un successone), il patrimonio del Fondo è ora investito per il 90% in titoli di Stato domestici. Contravvenendo alla regola ferrea – stabilita con decreto governativo - secondo cui il patrimonio dovrebbe essere investito solo in titoli di alta qualità (per chi si fosse distratto, i titoli di stato spagnoli hanno un rating sceso ormai a pochi centimetri da livello junk bond, dove junk sta su per giù per monnezza). 

si veda: http://online.wsj.com/article/SB10001424127887323374504578217384062120520.html?mod=europe_home

Qui sotto la graziosa evoluzione degli investimenti

image

dalla newsletter di www.bassafinanza.com

Nessun commento: