UN BLOG PER TENERTI SVEGLIO

UN BLOG PER TENERTI SVEGLIO
Notizie dal mondo, soprattutto da fonti internazionali, che il mainstream non riporta.

Translate

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

domenica 3 febbraio 2013

4 VULCANI ERUTTANO SIMULTANEAMENTE IN KAMCHATKA, RUSSIA



Le eruzioni vulcaniche non sono una rarità. Sembra ce ne sia una, ogni tot settimane. Ma una serie di 4 vulcani che eruttano molto vicini  l'uno dall'altro, è qualcosa che non si è mai sentito. 
Ma questo è cio' che è capitato nelle recenti settimane sulla Penisola della Kamchatka,  nell'estremo oriente della Russia. 4 diverse montagne, tutte entro 180 km l'una dall'altra, sono attive da novembre.

Posto che i vulcanologi non credono che i 4 vulcani siano alimentati dalla stessa fonte di magma,  le eruzioni parallele sembrerebbero l'equivalente geologico del vincere una lotteria. Che in Kamchatka eruttino dei vulcani, non ha mai fatto notizia.

La penisola, che ha una massa di terra leggermente piu' grande  della Germania, è una delle parti piu' attive dell'infausto "Anello di Fuoco", la zona di attività vulcanica e sismica che circonda l'Oceano Pacifico. 
3 piatti tettonici, quello Nordamericano, quello dell'Okhotsk e quello del Pacifico, entrano in collisione sotto la Kamchatka, con una ratio di coste della penisola  che annovera 30 vulcani attivi.

Tutti e 4 i vulcani che ora stanno eruttando hanno mostrato attività significativa negli anni recenti. Di recente, il Tobalchik ha cominciato ad eruttare lava, il 27 novembre dello scorso anno, creando impressionanti flussi di lava visibili  nel video, fatto da Airpano, a 360 gradi. Shiveluch, quello che sta piu' a nord dei 4, preferisce schizzare fuori colonne di cenere verso il cielo, cosa che ha fatto su base regolare  negli ultimi 4 anni, dopo che è esplosa una cupola di magma, nel suo cratere.

Besymjanny si risvegliò con un boato neglia nni '50, dopo 1000 anni di sonno ed è attivo da allora, con alte nubi  di cenere che salgono verso l'alto regolarmente. Infine quello piu' a sud di tutti, Kisimen, erutta regolarmente dal 2010, e c'è la preoccupazione che potrebbe rifare la violenta esplosione  che accadde 1300 anni fa e che allargò la montagna in due.

fonte: Spiegel
traduzione Cristina Bassi

Nessun commento: