UN BLOG PER TENERTI SVEGLIO

UN BLOG PER TENERTI SVEGLIO
Notizie dal mondo, soprattutto da fonti internazionali, che il mainstream non riporta.

Translate

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

sabato 9 febbraio 2013

GRECIA: IL VOLTO DELLA AUSTERITA'. E LA SUA VIOLENZA

greece

LA STORIA E' QUESTA:

L'1 febbraio 2013, avviene una tentata rapina di 2 banche in un picoclo villaggio della macedonia Occidentale: Velvento. Il bottino è di ca. 180.000 euro e la polizia riesce ad arrestare i rapitori, dopo un breve inseguimento. La notizia sarebbe passata inosservata se i rapitori molto armati, non fossero stati ragazzi molto giovani della media ed alta borghesia e che la polizia ha associato al gruppo armato di gueriglia urbana: ‘Conspiracy of the Cells of Fire’. (La cospirazione delle cellule di fuoco")


24 ore dopo, la polizia rende note le foto dei rapitori e tuto il paese è sconvolto da cio' che vede: le facce di 4 giovani (20-25 anni)  duramente picchiati , forto che sono anche state malamente ritoccate con photoshop nel vano tentativo di nascondere ferie ed escoriazioni e le mani (??) che stanno tenendo le teste dei giovani perchè vengano fotografati.




La polizia si affretta a fare annunci per giustificarsi, affermato di aver usato solo il minimo della violenza necessaria, causa la loro resistenza durante l'arresto, mentre il Ministro dell'Ordine Pubblico, Mr Dendias (l'uomo che minaccio' di fare causa al The Guardian per aver pubblicato un report sulla tortura di 15 attivisti antifascisti da parte della poilizia greca, lo stesso uomo che ha lanciato una guerra  contro gli abusivi di case) ha detto che le immagini erano state ritoccate con photoshop perchè le facce degli arrestati fossero piu' riconoscibili (!), affermando che non c'è stata tortura


I giovani stessi, attraverso le loro famiglie ed i legali, hanno affermato di non aver posto resistenza al loro arresto  e che sono stati duramente picchiati e torturati una volta in carcere. 
Mentre c'è evidenza (video ed immagini del momento dell'arresto) che prova che i ragazzi non sono stati picchiati durante l'arresto, quel che poi accadde fu successivo. Alcuni media greci alternativi, insieme ad altri internazionali, come Amnesty International, hanno duramente messo in discussione le spiegazioni ufficiali ed hanno anche  commentato  che “le autorità greche non possono far sparire i loro problemi con un photoshop”.



Sotto i riflettori delle critica pubblica, il Ministro ha dovuto promettere che avrà luogo una investigazione sulla tortura e ancora si aspettano i risultati. Ora i rapitori sono detenuti  e descrivono le loro azioni come politiche e si considerano dei prigionieri di guerra anarchici 

Altra cosa degna di nota è che uno degli arrestati è amico di  Alexandros Grigoropoulos — il 15enne che fu assassinato  dalla polizia a Exarchia nel 2008: si trovava al suo finaco in quel momento e certamente questo ha giocato un grande ruolo nel forgiare la sua visione di uno stato di potere e della brutalità della polizia.


Questa storia è indicativa della radicalizzazione della generazione dei giovani greci e di una società greca nel suo complesso, sotto le condizioni strutturali imposte dalla austeritàMa è anche indicativo del modo in cui lo stato ha scelto di gestire le voci della opposizone nel paese, sia che siano legali o illegali, ovvero con repressione, abuso di diritti umani ed umiliazione pubblica.




Non si dimentichi che  alcuni mesi fa, lo stesso giverno, lo stesso Ministro dell'Ordine Pubblico e la stessa forza di polizia, torturarono (come provato) 15 attivisti antifascisti perchè avevano organizzato un corteo di moto AntiFa. E sono gli stessi funzionari di stato che lanciano un attacco contro chi occupa abusivamente case nel paese, per la sola ragione di far tacere ogni voce della opposizone.


Ad ora appare ovvio che lo stato greco, per poter difendere le sue misure di austerità , impopolari e fallimentari, che sta imponendo da un paio di anni, ha scelto la via della repressione.

Non è qualcosa di nuovo. Abbiano visto queste pratiche anche in passato: in Cile, in Argentina, e altrove. La differenza è che in quei casi stavano parlando di dittature militari, mentre nel caso greco stiamo parlando di un governo eletto democraticamente, cosa che rende il tutto ancor piu' spaventoso e inaccettabile.

Allo stesso tempo, è anche ovvio che questa strategia di stato finisce poi con l'essere una ulteriore radicalizzazione della gioventu' greca.

By Leonidas Oikonomakis

___________________
ANCORA DALLA CRISI GRECA:
CALPESTATO MENTRE CENTINAIA DI GRECI  DISPERATI SI AZZUFFANO PER IL CIBO

FONTE: http://rt.com/news/greece-scuffle-free-food-581/


People line up for fruits and vegetables freely distributed by farmers during a protest against high production costs outside the Agriculture Ministry in Athens  February 6, 2013. (Reuters / John Kolesidis)


People reach out for a bag of vegetables during a free distribution of fruit and vegetables on February 6, 2013. (AFP Photo / Louisa Gouliamaki)   


People reach out for vegetables during a free distribution of fruit and vegetables on February 6, 2013. (AFP Photo / Louisa Gouliamaki)

Nessun commento: