UN BLOG PER TENERTI SVEGLIO

UN BLOG PER TENERTI SVEGLIO
Notizie dal mondo, soprattutto da fonti internazionali, che il mainstream non riporta.

Translate

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

venerdì 1 marzo 2013

COMMENTI DALL'ESTERO: L'ITALIA LA SCINTILLA PER FAR SCOPPIARE IL SISTEMA FINANZIARIO IN EU?




"Il collasso dell’Italia sarà il colpo finale che rompe la schiena all’Europa, finanziariamente parlando?

Sono in molti a non rendersene conto , ma l’Italia è di fatto il terzo maggior creditore in tutto il mondo dopo USA e Giappone. Attualmente l’Italia ha un debito PIL di piu’ del  120 percento ed un debito nazionale piu’ grande di chiunque altro in Europa. Ecco perché è proprio una fatto importante che gli elettori Italiani abbiano rifiutato massicciamente l’austerità.

I partiti politici guidati dai candidati anti-austerity, Silvio Berlusconi e Beppe Grillo, hanno fatto meglio di quanto previsto. Se si mettono insieme i loro totali, hanno piu’ del 50% dei voti.

Gli elettori italiani hanno visto quello che  l’austerità ha fatto a Grecia e Spagna e non vogliono farne parte. Purtroppo, per elettori italiani è stata la premessa della austerità  che ha tenuto stabile il sistema finanziario italiano negli ultimi mesi.  Ora che gli elettori italiani hanno chiaramente rifiutato l’austerità, gli investitori temono che i programmi di austerità  in tutta Europa possano cominciare a disfarsi. Questo sta creando parecchio panico nei mercati finanziari europei. 

Martedi, le azioni Italiane hanno avuto il loro peggior giorno   in 10 mesi a  questa parte, i rendimenti dei bond  italiani sono saliti piu’ che mai dagli ultimi  19 mesi e le azioni di due maggiori banche in Italia sono precipitate di piu’ dell’8 percento. L’Italia sta vivendo la quarta recessione dal 2001 e la disoccupazione è salita in modo costante.

Ora il paese è “ingovernabile”  come in molti stanno dicendo, ma che significa questo per il future dell’Italia? L’Italia sarà la scintilla che farà scoppiare l’armageddon in Europa?

Tutta Europa è stata shockata dai risultati elettorali  in Italia. Come si evince da questo estratto di articolo  da Bloomberg , il voto è stato molto diviso e i partiti anti-austerità  hanno fatto molto meglio di quanto fossero le proiezioni. 


Il favorito prima del voto era Pier Luigi Bersani, che ha vinto in parlamento con il 29.5 percent, meno della metà di un punto percentuale da Silvio Berlusconi, l’ex-premier  che sta combattendo contro una condanna per frode fiscale.

Beppe Grillo, un ex comico, ha preso il 25.6 percento, mentre Monti il 10.6 percento. Bersani e I suoi alleati hanno avuto ilt 31.6 percento dei voti  in Senato, paragonati ai 30.7 percento per Berlusconi e il 23.79 percento per Grillo, secondo i dati finali dal Ministero degli Interni Italiano.

Dunque che significano questi  risultati elettorali per l’Italia e per il resto d’Europa?
Al momento c’è molto panico per questi risultati. Si teme  che cio’ che è accaduto in Italia possa risultare in un rifiuto della austerità in tutta Europe...

"Penso che i risultati elettorali sono negative per l’euro e che terranno probabilmente sotto pressione la valuta per un certo tempo” mi ha detto Omer Esiner, capo analista di mercato  per il Commonwealth Foreign Exchange. Ma non si tratta solo di incertezza politica, in Italia. – ha aggiunto


"Le vittorie ottenute da partiti anti governativi in Italia segnalano un’ ampia frustrazione  dell’elettorato sul tema austerità (ma perché ci sarebebro persone felici di stare e pagare per l’austerità??? Che menti intelleggibili gli analisti e gli espetrti… ndt) ed un deciso rifiuto delle politiche spinte dalla Germania in tutte le nazioni della periferia euro. Questo tema fa rivivere le questioni sulla crisi del debito e potrebbe minacciare la continuità delle riforme in tutti i Paesi dell’euro”

Non che le cose in Europa andassero molto meglio prima di questo evento.


Alla Gran Bretagna, infatti, è stato tolto il rating  AAA Anche queste grandi notizie…


E date anche un’occhiata alle altre cose che stanno succedendo nel resto d’ Europa...In Spagna,  una grande società immobiliare, Reyal Urbis, la scorsa settimana è crollata, lasciando banche, già malconce, al chiodo per milioni di euro di perdite. Nel mentre, il governo deve affrontare uno scandalo di corruzione e una costante corrente di manifestazioni antiausterità. In migliaia in piazza sabato scorso, in protesta contro  i tagli alla sanità ed altri servizi.

La vita non va meglio nel fazzoletti di terra del resto della Europa. In Gran Bretagna,  Moody’s ha continuamente citato la debolezza economica  ed i rischi conseguenti della stretta politica fiscale del governo, come motivo del suo taglio di rating.

In Bulgaria, dove la settimana scorsa è caduto il governo e l’economia è un disastro, la destra che si è unita alle manifestazioni di massa,  per tutto il paese , ha bruciato la bandiera della unione europea e ha issato bandiere anti-Europa.

Altri governi EU con idee di austerity  devo affrontare simili nebulosi tratti nelle loro politiche.

A questo punto l’Europa è una totale casino economico e le cose stanno velocemente peggiorando.


(…) ma è solo l’inizio.
La verità è che ben maggiore preoccupazione la pone il sistema bancario europeo. Non è infatti il debito nazionale ad essere il pericolo piu’ grande dell’Europa.



Perchè? Beh, come vi sentireste se ogni centesimo che aveste in banca, svanisse?

Ecco cosa ha ditto di recente Graham Summers a proposito del sistema bancario in Spagna... E’ un fatto poco noto della crisi spagnola, che quando il governo fa una fusione di banche nei guai, trasformi tipicamente i risparmi dei correntisti in “azioni” della nuova banca.  (…) Ecco perchè il collasso della Bankia (banca spagnola) è cosi significativo: in una sola mossa, gli ex correntisti in 7 banche si sono persi semplicemente tutto.

(…) Che sia un monitor… ci sono molte piu’ Bankias che verrano alla luce nei prossimi mesi.
(…) Pensate che scherzi?
Al momento la FED sta pompando centinaia di MILIARDI  di dollari  nelle banche EU, per evitare che questo accada.



Come Graham Summers, sono molto preoccupato del sistema bancario europeo, un sistema molto piu’ ampio  di quello USA; se questo sistema europeo implode , manderà delle onde d’urto fino agli angoli piu’ remoti del globo.

Se credete invece che gli "esperti" in Europe e in USA abbiamo “tutto sotto controllo”, allora fermate vi qui e non leggete oltre. Dopotutto “loro” sono molto colti e sanno quel che fanno, giusto?


Ma se volete ascoltare un po’ di buon senso, forse val la pena che diate una occhoata a quanto ha da dire  Karl Denninger...

.

(…) Negli ultimo 2 anni, le autorità in USA e EU hanno cercato di rimandare la crisi incombente dando un calcio alla lattina giù per la strada. Cosi facendo, hanno persino peggiorato il possibile collasso  ed ora il tempo sta finendo.


Spero siate pronti"


Sintesi e traduzione Cristina Bassi
Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: Cimiteuro Uscirne e Risorgere - Marco Della Luna

Nessun commento: