UN BLOG PER TENERTI SVEGLIO

UN BLOG PER TENERTI SVEGLIO
Notizie dal mondo, soprattutto da fonti internazionali, che il mainstream non riporta.

Translate

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

venerdì 5 aprile 2013

NEOZELANDESE DETENUTO PER ANNI IN CINA: TORTURATI PER PRODURRE BENI DI CONSUMO PER L'OCCIDENTE


f4wLI

Un uomo d'affari neozelandese che ha passato 4 anni e mezzo in una prigione cinese, ha affermato che mentre era incarcerato, era costrettoi alal schiavitu'  e torturato per  produrre beni di consumo per l'Occidente.


Daniel Cancian afferma di essere stato uno dei 5400 prigionieri messi quotidianamente nelle fabbriche di un campo di lavoro; coloro che si rifiutavano di lavorare venivano spediti nel "blocco delle torture", dove venivano picchiati, sprizzati con gas capsico (spray al pepe) e sottoposti a taser (arma elettrica che fa contrarre i muscoli).


Afferma che la prigione fa parte di un network di campi di lavoro ad alto profitto ed alcune aziende occidentali sanno dell'uso di "schiavi" per produrre i loro prodotti; tuittavia lacuni prodotti vengono prima inviati a "front companies"  (aziende di facciata"), reimballati e poi spediti alle aziende occidentali.

“Un giorno hanno spruzzato cosi tanto acido capsico sulla faccia di uno che la pelle del suo volto è venuta via,” ha detto Cancian.

Cancian ha anche detto che i guardiani gli permetteevano di dormire solo per 20 minutes alla volta. Si ricorda l'ordine orribile:

“Se non lavori ti picchiano. Se non lavori usano il taser su di te.
“Sei sono nella modalità sopravvivenza, non sai cosa fai.
“Orribile, assolutamente orribile .
Ma fintanto che hanno grandi profitti, che gliene frega?

Dice che la piu' parte di quetsi prodotti innondano imercati occidentali e le persone devono aprire gli occhi  sul fatto che  molti dei nostri prodotti di consumo continuano ad essere costruiti alla spalle della schiavitu' . Ci sono prove evidenti per sostenere queste sue affermazioni


E' ben noto che alcuni  prodotti della Apple  vengono fatti a condizioni di schiavitu'.

Il sito di Cancian: http://thisistherealchina.com/

Nessun commento: