UN BLOG PER TENERTI SVEGLIO

UN BLOG PER TENERTI SVEGLIO
Notizie dal mondo, soprattutto da fonti internazionali, che il mainstream non riporta.

Translate

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

sabato 20 aprile 2013

PARTITOCRAZIA E RESPONSABILITA': FINIRANNO LE FARSE?


 
 Rosario Monteleone, 
presidente dell'Assemblea in Liguria

Alla quinta votazione ha ottenuto 15 preferenze. È tra i delegati espressi dalla regione Liguria per l'elezione del Quirinale

presidente dell'Assemblea regionale in Liguria (dal 29/03/2010 ), segretario regionale dell'Udc, Rosario Monteleone è uno dei grandi elettori chiamati ad eleggere il nuovo Presidente della Repubblica. 
In precedenza, Monteleone è stato vice presidente dell'Assemblea in Liguria, dal 2005 al 2010. Prima ancora, dal 2000, ha ricoperto il ruolo di assessore con deleghe al Patrimonio e Politiche abitative, demanio, igiene e artigianato per il comune di Genova

Sposato, con due figli, è nato a Careri (Rc) il 19 aprile 1958. Lavora per una multinazionale del settore trasporti. A giugno 2012 Giorgio Napolitano lo ha nominato cavaliereNella quinta votazione per il Quirinale su di lui sono confluiti 15 voti. 

FONTE:  http://www.ilgiornale.it/news/interni/chi-rosario-monteleone-presidente-dellassemblea-liguria-910013.html

_____________

Pierluigi Bersani 

di Paolo Becchi


(...) Il vero vincitore di questa fase politica resterà comunque, anche se purtroppo difficilmente Rodotà riuscirà a passare, il Movimento 5 Stelle, se resterà coerente, senza tentennamenti sino alla fine. Ma sono certo che andrà così.

Chi erano gli irresponsabili? Il M5S è stato, da subito, accusato di non volersi assumere alcuna responsabilità di fronte al Paese, di essere una forza puramente ostruzionistica, il cui obiettivo sarebbe stato quello di “bloccare” il funzionamento delle istituzioni ed il ritorno alla “normalità” della vita democratica dopo l’esperienza del Governo “tecnico”.


Ebbene, cos’è accaduto in questo mese? L’esatto contrario. Il M5S è stata l’unica forza politica ad opporsi alla decisione di PD e PDL di paralizzare il Parlamento fino all’accordo sul nuovo Governo. E’ stata l’unica forza che ha denunciato la violazione, da parte dei partiti politici, del dettato costituzionale e la sospensione della democrazia, realizzata impedendo la formazione delle commissioni permanenti ed il conseguente inizio dei lavori parlamentari. Chi ha difeso il Parlamento? Chi è stato irresponsabile?


Non bastava, però. Con un Parlamento bloccato, si è definito, dopo lunghe trattative rigorosamente riservate, quello che quasi nessuno si aspettava: l’accordo, l’inciucio tra Berlusconi e Bersani per la Presidenza della Repubblica. Inciucio, e non accordo! Un accordo, infatti, è il risultato di una trattativa politica; l’inciucio, viceversa, è uno scambio di favori privati. Le votazioni di queste ore hanno confermato che si trattava di un inciucio: larga parte del PD, infatti, ha dimostrato di ritenere incomprensibile ed irresponsabile il “patto” con Berlusconi.


E il M5S non è forse stato responsabile? Ha proposto un nome di spessore, un grande giurista, d’area culturale vicina alle stesse istanze del PD, chiedendo semplicemente a Bersani: votatelo, sarà anche il vostro presidente. E su Rodotà, infatti, non stanno convergendo solo i voti del movimento, ma anche quelli di larga parte della sinistra.

Di cosa stiamo parlando, allora? Di tre semplici fatti, che le votazioni di queste ore dimostrano:
  1. Il M5S si afferma come una forza che rappresenta almeno la volontà di metà di questo Paese, una forza responsabile e coerente che è in grado di esprimere proposte politiche che possano trovare ampio consenso anche all’interno dei partiti della sinistra;
  2. Il vero irresponsabile del “blocco” politico è Bersani, il quale ha scelto di rifiutare ogni proposta del M5S, tentando un folle scambio con Berlusconi.
  3. Qualunque candidato proporrà ora Bersani, non rappresenterà il popolo italiano e di ciò dovrà assumersene la responsabilità politica.

    FONTE: http://www.byoblu.com/post/2013/04/19/bersani-dovra-assumersi-la-responsabilita-dellinciucio-di-fronte-al-paese.aspx#more-14342

Nessun commento: