UN BLOG PER TENERTI SVEGLIO

UN BLOG PER TENERTI SVEGLIO
Notizie dal mondo, soprattutto da fonti internazionali, che il mainstream non riporta.

Translate

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

lunedì 5 agosto 2013

ECCELLENTE INTERVISTA DI GILAD ATZMON ALLA BBC

 

David Icke: "Sono molto lieto di annunciare che Gilad contribuirà a The People's Voice. Gilad è nato in Israele e parla per diretta esperienza, oltre che grande ricerca personale. L'intervista alla BBC qui nel seguito, parte in inglese dopo il primo minuto.
Da non perdere!"
---------------------------------------

 "Casualmente" non si riesce a caricare direttamente il video da youtube,
ma questo è il link a cui potete trovarla:
http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=p1NEpExbtRk

e si noti anche questo articolo di Gilad Atzmon: 

The Algemeiner, certamente il più rivoltante mezzo di informazione ebraica in circolazione, ha annunciato che l’industria alberghiera tedesca d’ora innanzi boicotterà David Irving. Come dire che, per un revisionista, sarà «improbabile trovare una stanza disponibile a Berlino».

Rivelato che Irving aveva in programma di tornare a Berlino in settembre per una conferenza, una campagna di diffamazione ad opera di Volker Beck, membro del Green Party Bundestag, ha fatto pressione sugli alberghi della capitale tedesca affinché non accettassero lo storico come loro ospite. Secondo l’organo di stampa ebraica, gli alberghi di Berlino e l’associazione dei ristoratori hanno risposto positivamente alla campagna, invitando i loro associati a non permettere ad Irving di prenotare una stanza. «Per cortesia, non accettate un propagandista di estrema destra».

La sinistra ha per lungo tempo adottato la tattica «nessun palcoscenico» nel tentativo di bloccare relatori, accademici, artisti ed intellettuali che tendevano pubblicamente a non omologarsi con il loro credo. Evidentemente, questo approccio, è ora maturato a nuova fase – la strategia del «nessun letto».

Devo ammettere che è piuttosto divertente essere testimone della continuità politica e culturale tra sionisti hard core e cosiddetti «liberal». Per diverso tempo questa lobby unificata ha combattuto la libertà di parola ed altri elementari e preziosi diritti. Il motto «guerra senza quartiere», da metafora si è trasformato in direttiva concreta: senza quartiere, non c’è spazio, neanche un letto.

Questa campagna contro Irving del «diritto ad un letto» è a dir poco isterica. Molto presto, prevedo che l’industria alberghiera tedesca dovrà rilasciare certificati kosher – una carta blu e bianca – che darà ai titolari il diritto di «pernotto» con colazione continentale inclusa.
tratto da: 
http://www.effedieffe.com/index.php?option=com_content&view=article&id=262300:i-germania-nessun-letto-per-i-revisionisti&catid=83:free&Itemid=100021

fonte originale: http://www.gilad.co.uk/writings/no-bed-for-history-revisionists.html#entry34050238

 

Nessun commento: