UN BLOG PER TENERTI SVEGLIO

UN BLOG PER TENERTI SVEGLIO
Notizie dal mondo, soprattutto da fonti internazionali, che il mainstream non riporta.

Translate

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

venerdì 6 settembre 2013

RON PAUL: L'ATTACCO CHIMICO IN SIRIA E' STATO UN FALSE FLAG PER IRRETIRE GLI USA AD ARMARE I RIBELLI JIHADISTI


21st Century Wire
says…


Mikael Thalen 
Story Leak

Durante una recente intervista su Fox Business’, l'ex repubblicano texano Ron Paul ha commentato sulla situazione in Siria, nello specifico chiamando il recente attacco chimico un  ‘false flag’, con molta probabilità portato avanti dai ribelli di Al Qaeda finanziati dagli USA. 

Penso sia un false flag…” ha detto Paul. “perchè non chiediamo di Al Qaeda? Perchè ora siamo dalla parte di Al Qaeda?”
Nonostante il tentativo della Amministrazione Obama di incolpare subito le forze di Assad per l'attacco chimico, molti ufficiali USA hanno detto che l'evidenza della amministrazione “non è una passeggiata.” (...) I ribelli per altro non hanno  nemmeno rivendicato la responsabilità  per gli attacchi.

Anche con il Deputato degli Esteri siriano Fayssal Mekdad che ha presentato prove all'ONU che mostrano pesantemente un attacco chimico guidato dai ribelli, l'Amministrazione di Obama ha continuato ad ignorare  ogni evidenza (...) incluso quelal dei molti video su YouTube che  mostrano i ribelli che lanciano armi chimiche sui civili.

(...) Paul ha anche denunciato la storia di menzogne e propaganda usate dal governo USA per giustificare l'intervento militare, indicando specificatamente la guerra in Iraq.

“Si guardi a quante menzogne ci sono state raccontate su Saddam Hussein prima della guerra di propaganda. E' infinita ed accade sempre.” ha detto Paul, anche facendo riferimento al ruolo di
Donald Rumsfeld nel sfornire armi chimiche  a Saddam negli anni '80.


Enormi prove sono state tirate fuori con forza dai media alternativi, cosa che ha distrutto la credibilità del governo ed ora solo il  9 percento degli Americani sostengono l'intervento militare in Siria. La disfatta momentanea ha fatto anche si che il primo Ministro inglese David Cameron fosse in minoranza dopo il voto del governo britannico per l'autorizzazione della azione militare. Cameron ha poi deciso di mandare dei jet militari a Cipro, affermando che la mosse fosse puramente "difensiva".

Nonostante non avesse alcuna autorità dal Congresso,  nè il supporto della NATO, dell'ONU o della Lega Araba, l'Amministrazione Obama ha sfacciatamente minacciato di portare avanti degli attacci comunque, trasgredendo sfacciatamente la costituzione.

Ora, 140 membri della House of Representatives hanno firmato una lettera per chiedere al Presidente Obama che ottenga prima l'autorizzazione del Congresso se vuole portare avanti gli attacchi contro la Siria.

“La stragrande maggioranza degli Americani ora è contro questa guerra . La costituzione non puo' sostenere questa guerra e moralmente non possiamo sopoprtarla,” ha detto Paul in chiusura.

AGGIORNAMENTO: nello scorso Aprile, durante un discorso ad Austin, Texas, Paul mise in guardia sulla crescente propaganda di guerra del sistema e predisse  che un incidente di false flag avrebbe molto probabilmente accelerato  il fatto che gli USA entrassero piu'profondamente nel conflitto del Medio Oriente 

FONTE: http://21stcenturywire.com/2013/08/31/ron-paul-syria-chemical-attack-was-a-false-flag-to-suck-us-to-arm-jihadist-rebels/

1 commento:

NuovAurora ha detto...

Vorrei segnalare l'ottimo e interessantissimo articolo del famoso giornalista investigativo Peter Eyre tradotto perfettamente dal blog http://sebirblu.blogspot.it/2013/09/assad-non-centra-da-che-pulpito-viene.html che dimostra come Assad non c'entri nulla. Secondo me da far sapere alla gente!