UN BLOG PER TENERTI SVEGLIO

UN BLOG PER TENERTI SVEGLIO
Notizie dal mondo, soprattutto da fonti internazionali, che il mainstream non riporta.

Translate

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

lunedì 10 febbraio 2014

L'ASSE ANGLO-AMERICANA: PERDERE L'UKRAINA E' COME PERDERE L'EUROPA

putin1 
Nel seguito traduco Alcuni passi dell'articolo di Umberto Pascali, pubblicato su  http://www.globalresearch.ca/the-anglo-american-axis-loosing-the-ukraine-loosing-europe/5361450,
---------------
Cosa è che manda fuori di testa gli Anglo-Americani? L'Ukraina potrebbe diventare un'area di cooperazione tra Russia ed Europe? I Paesi europei potrebbero svignarsela?


Per cio' che riguarda l'Ukraina, ora sembra che la furia mostrata dagli Anglo-Americani (che sembra veramente eccessiva e spericolata considerando persino gli standard recenti) non sia dovuta semplicemente alla paura di perdere l'Ukraina, ma al pericolo di perdere l'Europa Europe.Questa questione è stata sollevata in un discorso che il Presidente
Vladimir Putin ha tenuto nella capitale armena di Yerevan, in 2 dicembre u.s.

“Gli eventi in Ukraina, mi ricordano piu' un pogrom (genocidio, massacro) che una rivoluzione. E la cosa strana è che ha ben poco a che fare con le relazioni Ukraina-EU... Come ho già detto, tutto cio' che sta accadendo non è direttamenrte in relazione alla cooperazione tra  Ukraina e Unione Europeahttp://eng.kremlin.ru/transcripts/636

L'Accordo Trilaterale
Ho l'impressione che Putin non stia solo puntando a “riprendersi” l'Ukraina dall'Occidente, ma che in realtà tenda ad usare la questione ukraina in un modo molto sottile per stabilire un
accordo trilaterale tra EU (o almeno una parte di essa), l' Ukraina e la Russia.

I portavoce russi e un certo numero di media controllati dai Russi hanno accennato ripetutamente a questa soluzione.

E' avenuta una discisiosne su questo tema che ha portato ad un dibattito interno tra i Paesi EU
(specialmente e non satene sorpresi, la Germania, la cui relazione è il premio piu' grande per la Russia)

 
(...)Per gli Anglo-Americani, ovvero gli USA e la Gran Bretagna, la EU deve essere privata di ogni capacità di indipendenza che le permetta di muoversi nella direzione della strategia dell'Eurasia


(...) L'Europa deve essere indebolita, soffocata dall'abbraccio di Wall Street e la City of London, spinta in un masochistico saccheggio della sua economia e popolazione, fatta a pezzi da scandali per privarla di ogni leadership efficace e costantemente coinvolta in avventure militari aggressive ... ma sopratttutto, qualsiasi segno  - anche il piu' debole-  di cooperazione con la Russia deve essere dissuaso nel modo piu' dinamico. Questo è il confine che non deve mai essere superato.

Quindi con la costanrte crisi ukraina, vediamo quale livello di aperta interferenza e ricatto, i rappresentanti angloamericani possono raggiungere per imporre in Europa "cio' che è bene per loro".


Di fatto, la Germania ha solo da guadagnare da una relazione con l'Ukraina e la Russia. Non cosi la burocrazia europea che è totalmente controllata (non parzialmente!) dalle grandi banche. 

[ Ed a proposito di banche anche questa recente notizia: LONDRA: DIRIGENTI DI BANCA SI SUICIDANO. PERCHE' ?  ]

(...) Se osservate attentamente, vedrete che Putin ha fatto ripetutamente advance per risolvere la questione ukraina, attraverso delle relazioni dirette e non mediate, con la Germania e certi Paesi Europei. L'Ukraina potrebbe diventare una sorta di zona comune se un nuovo tipo di cooperazione sovrana potesse essere sperimentata. Non sorprende percio' che la reazione sia feroce. Ma Putin sembra pensare che “possiamo vincere la partita”:


" (...) La gente dice che il sogno del popolo ukraino è stato rubato. Ma se guardate ai contenuti di questi accordi, se da un lato è bene sognare, molti semplicemente non vivranno abbastanza per vedere realizzato il loro sogno, non potranno mai sperimentarlo, perchè le condizioni sono molto dure.


(...) Ma piu' di ogni altra cosa, tuto cio' che sta accadendo ora, non è una rivoluzione, ma una protesta ben organizzata. E dal mio punto di vista, questi eventi non sono stati preparati per oggi, ma per la campagna delle elezioni presidenziali  nella primavera del 2015. Quel che sta accadendo ora è solo una piccola partenza falsa a causa di certe circostanze. Il fatto che siano preparazioni è ovvio per tutti gli osservatori oggettivi, a giudicare da quel che vediamo in tv, quanto ben organizati e allenati erano in effetti i gruppi dei militanti. Questa è la mia valutazione. Crediamo che la situazione nonostante tutto tornerà piu' normale e che alla fine la leadership ukraina e gli Ukraini stessi, determineranno i loro passi nel prossimo futuro e a lungo termine. Lasciate che vi ripeta ancora una volta, voglio sottolinearlo: qualsiasi sia la scelta che farà il popolo ukraino, lo rispetteremo.
(affermazioni di Vladimir Putin ai giornalisti  nei colloqui russo-armeni:   -http://eng.kremlin.ru/transcripts/6361)
-----------
vedi anche: PUTIN: IL SUCCESSO DI UNO STATO E' DETERMINATO DALLA QUALITA' DEI SUOI CITTADINI.

Nessun commento: