UN BLOG PER TENERTI SVEGLIO

UN BLOG PER TENERTI SVEGLIO
Notizie dal mondo, soprattutto da fonti internazionali, che il mainstream non riporta.

Translate

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

venerdì 10 aprile 2015

Famosissima pianista censurata a Toronto perchè mette in discussione il governo ucraino

Paul Joseph Watson
Prison Planet.com
April 7, 2015


La talentuosa pianista Valentina Lisitsa è stata sostituita dalla Toronto Symphony Orchestra ed accusata di incitazione pubblica all'odio dopo ver postato opinioni politiche di critica sulla condotta del governo ucraino, nella guerra civile del Paese.


Lisitsa, nata a Kiev, è una pianista di fama mondiale e alcune sue performace hanno raggiunto milioni di visite su YouTube. L'aggressivo tentativo della Toronto Symphony Orchestra è volto a  censurare le agghiaccianti riflessioni su come opinioni politiche perfettamente legittime che mettano in discussione il mainstream, possano venire trattate come "offensive" o come un "discorso di odio" ed usate per troncare la carriera di qualcuno.

La Toronto Symphony Orchestra ha cancellato i concerti della Lisitsa dopo che la pianista ha posto attenzione alla emergenza dei cittadini della UIcraina orientale, che sono stati  vittime di bombardamenti  condotti dai militari ucraini.

“Ho preso Twitter per poter far sentire l'altra parte della storia, quelal che non evdete mai nei media mainstream: la tragedia delal mia gente, le cose buone e cattive che stavano accadendo  in Ucraina", ha scritto
“Ho tradotto nuove storie da siti in lingua ucraina, ho tradotto testimonianze di atrocità …. e sono diventata veramente brava a smascherare i falsi pubblicati dai media occidentali per far si che un lato della guerra civile apparisse piu' bianco e soffice del leprotto di pasqua e l'altro come fosse fatto di subumani , che non meritano pietà  e che sono "il danno collaterale"


(...) "Si la Toronto Symphony MI PAGHERA' PER NON SUONARE perchè ho usato  il diritto della libertà di parola. Si pagheranno il mio cachè ma  annunceranno che non sarò in grado di suonare ed hanno per questo già trovato una sostituta . E mi hanno anche minacciato se avessi detto qualcosa sulla causa della cancellazione ,” scrive Lisitsa,che  aggiunge:  “Se lo fanno una volta, lo ripeteranno  fino a che i musicisti e gli artisti saranno intimiditi  in una autocensura volontaria. Il nostro futuro sarà cupo se lo permetteremo"

Fonte: http://www.prisonplanet.com/world-renowned-pianist-censored-in-toronto-for-questioning-ukrainian-government.html

Visit Lisitsa’s Facebook page to lend your support to her fight for free speech.

Nessun commento: