UN BLOG PER TENERTI SVEGLIO

UN BLOG PER TENERTI SVEGLIO
Notizie dal mondo, soprattutto da fonti internazionali, che il mainstream non riporta.

Translate

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

sabato 19 dicembre 2015

I montenegrini si oppongono alla NATO,

Bandiera del Montenegro

I montenegrini si oppongono alla NATO, chiedendo un referendum. Circa l'80% della popolazione non sostiene il governo nel tentativo di entrare nella NATO, ha detto l'esperto Elena Guskova a Radio Sputnik.

I montenegrini hanno tenuto un raduno di massa contro l'ingresso del paese nella NATO. Per le strade di Podgorica si sono radunate diverse migliaia di persone che chiedevano un referendum. Nei primi di dicembre, i leader della NATO hanno fatto appello al Montenegro con la richiesta di avviare i negoziati per l'adesione all'Alleanza. Il primo ministro Milo Djukanovic ha definito la decisione storica. Tuttavia, i partiti di opposizione e più della metà dei residenti del Montenegro si oppongono all'idea.
Secondo il capo del Centro per lo Studio della crisi contemporanea nei Balcani presso l'Istituto di Slavistica Helena Guskova, circa l'80% dei montenegrini si oppongono all'adesione alla NATO.

"Dopo che il Montenegro ha ricevuto l'invito ad aderire alla NATO, il popolo era indignato che non avessero chiesto la sua opinione. Perché, secondo i dati recenti, circa l'80% dei montenegrini si oppongono all'ingresso nella NATO. E così, naturalmente, essi sono scesi in piazza. Durante le proteste precedenti non sono riusciti a accordarsi sulla questione della NATO. E ora è l'occasione perfetta per dire al governo che è necessario chiedere il parere della gente e tenere un referendum. In ogni caso, all'ora governativa nell'Assemblea del Montenegro, la questione sarà affidata al Primo Ministro", ha detto Elena Guskova a Radio Sputnik.

Secondo lei, la gente deve ottenere un referendum, o la richiesta di adesione sara` rinviata."Si tratta di un invito, questo non significa che domani il Montenegro fara` parte della NATO. La questione deve passare attraverso una serie di fasi, durerà un paio di anni. Durante questo periodo, credo, Djukanovic perdera` il potere a causa delle proteste molto gravi se non sarà in grado di tenere un referendum, "- ha detto l'esperto.

In Montenegro, ci saranno presto le elezioni parlamentari. La situazione con la NATO, secondo Elena Guskova, può compromettere seriamente la ripartizione dei voti e il destino del primo ministro Djukanovic."Penso che sia arrivata la fine del lungo governo di Milo Djukanovic. Il primo dicembre, quando la leadership del paese era in attesa di un invito dalla NATO, a Podgorica si e` svolto l'anniversario della Grande Assemblea del 1918, che ha proclamato l'unione di Montenegro e Serbia.  Le persone hanno espresso il loro atteggiamento per il fatto che si ritirò dalla Jugoslavia, che ha cessato l'amicizia con i serbi per il desiderio di aderire alla NATO. La grande sala del tempio principale della capitale era affollata. E ora la gente per le strade ha espresso al governo la sua attitudine a questo problema", ha concluso Elena Guskova.

Nessun commento: