UN BLOG PER TENERTI SVEGLIO

UN BLOG PER TENERTI SVEGLIO
Notizie dal mondo, soprattutto da fonti internazionali, che il mainstream non riporta.

Translate

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

venerdì 3 giugno 2016

APPARIZIONI MARIANE: IL GRANDE IMBROGLIO

 Apparizioni Mariane: il Grande Imbroglio

 un estratto:

 «Con il termine “cattolici” si intendono coloro che sono stati battezzati. Fino a una quarantina di anni fa, la cerimonia avveniva a due-tre giorni dalla nascita e nelle maternità in cui il personale sanitario era formato prevalentemente da suore (presenti anche negli ospedali pubblici), la puerpera non otteneva la dimissione se prima non aveva ottemperato a questa formalità; se si rifiutava, era tenuta a rilasciare una dichiarazione, controfirmata dal marito, nella quale affermava di essere stata informata sui “pericoli” che il neonato correva a causa della sua scellerata scelta. 

Oggi i battesimi vengono celebrati anche a distanza di alcuni mesi dal lieto evento, ma sempre su individui inconsapevoli: per fortuna, esiste la possibilità, una volta raggiunta la maggiore età, di ricorrere allo sbattezzo, che l’autorità ecclesiastica, a termini di Legge, non può esimersi dal concedere. L’informazione sulla quantità di pecorelle appartenenti al gregge del Signore, è ricavata dai registri parrocchiali di santaromanachiesa, la quale baldanzosamente esibisce numeri ciclopici (le cifre sono controverse, si passa da un 65 a un 98%), ma non tiene conto – perché tutto sommato non le interessa – che in quella imponente massa di nomi solo un’esigua minoranza si dichiara praticante per convinzione. 

Ciò dipende soprattutto dal fatto che qui da noi il battesimo è una specie di atto dovuto, una tradizione che viene ripetuta automaticamente, che non si può evitare: mi è addirittura capitato di incontrare anime candide persuase che un pupo non venga iscritto all’anagrafe se la Curia non conferma che ha ricevuto il sacramento! Alla luce di ciò, se c’è qualcosa che i cosiddetti “cattolici” non conoscono, questa è proprio la loro religione e tale condizione di beata ignoranza riguarda tutti, indifferenti e osservanti: i primi, perché dopo l’infanzia non hanno mai più messo piede in chiesa, se si eccettuano coloro che, simili a pecoroni, si sono sposati con rito religioso per motivi che con il credo non c’entrano affatto; i secondi, perché del Nuovo Testamento conoscono solo ciò che propinano il catechismo e la liturgia, oltre i quali quasi nessuno si prende mai la briga di andare…»

http://www.macrolibrarsi.it/libri/__apparizioni-mariane-il-grande-imbroglio-libro.php?pn=1184
 

Nessun commento: