UN BLOG PER TENERTI SVEGLIO

UN BLOG PER TENERTI SVEGLIO
Notizie dal mondo, soprattutto da fonti internazionali, che il mainstream non riporta.

Translate

Cerca nel blog

venerdì 23 dicembre 2016

Giuliettto Chiesa, Omicidio ambasciatore russo: "Chi c'è dietro ai nuovi venti di guerra"


Omicidio ambasciatore russo, l'analisi di Chiesa: 'Chi c'è dietro ai nuovi venti di guerra'

L'assassinio dell'ambasciatore russo ad Ankara? Una risposta degli ex amici terroristi della Turchia". Ne è convinto il giornalista Giulietto Chiesa, che a IntelligoNews spiega: "L'uccisore dell'ambasciatore? Ci sono mille modi di spingere persone mentalmente deboli a commettere certe azioni, i servizi occidentali ci lavorano da anni".

Da Berlino ad Ankara, è un periodo di destabilizzazione. Venti di guerra all'orizzonte?

«Sì: dopo la sconfitta bruciante subita ad Aleppo e dopo che l'Isis è stato demolito dall'esercito siriano e dall'aviazione russa, con l'aiuto di Hezbollah e dell'Iran, l'Occidente è ripartito all'offensiva. Dico “Occidente”, perché sono convinto da sempre che questo terrorismo anti-europeo sia alimentato dai servizi segreti occidentali. Ci sono terroristi che sono manipolabili che sono scatenati contro Francia e Germania, che sono i pilastri di questa Europa che deve essere terrorizzata e portata in guerra con la paura».

Dopo un periodo di grande freddezza, Russia e Turchia avevano ritrovato i margini per un'alleanza. Era quest'asse che si voleva colpire?

«Parlare di alleanza fra Russia e Turchia è eccessivo. Non c'è dubbio, però, che Erdogan, che è stato uno dei principali destabilizzatori della Siria, è stato sconfitto e ha cambiato rotta. A questo punto è ripreso il dialogo tra Turchia e Russia. L'assassinio dell'ambasciatore russo ad Ankara è la risposta che gli ex amici terroristi della Turchia hanno dato alla Russia e alla Tirchia stessa. Ma mantengo una netta distinzione tra questo evento e l'attentato di Berlino».

Non crede che ci sia un nesso tra i due eventi?

«C'è un nesso molto lontano. Attentati come quelli di Nizza, di Charlie Hebdo e di Berlino sono organizzati da un'altra centrale, che mira a terrorizzare Germania e Francia. Si dirà che la responsabilità è dell'Isis. Io rispondo che, poiché l'Isis è stata una creatura nata con la partecipazione dei servizi segreti americano, inglese, francese, israeliano e turco, ritengo che dietro questa centrale ci siano i centri del potere internazionale che vogliono scatenare una guerra contro la Russia e la Cina».

Che idea si è fatto dell'uomo che ha sparato ad Ankara?

«Queste persone sono da tempo sotto attenzione di chi vuole organizzare certe azioni. Ci sono mille modi di spingere persone mentalmente deboli a commettere certe azioni. Ci sono interi uffici di servizi segreti occidentali che lavorano a queste cose, da decenni».

Nessun commento: