UN BLOG PER TENERTI SVEGLIO

UN BLOG PER TENERTI SVEGLIO
Notizie dal mondo, soprattutto da fonti internazionali, che il mainstream non riporta.

Translate

Cerca nel blog

venerdì 20 gennaio 2017

David Icke: le scelte del Cabinetto di Donald Trump


https://www.davidicke.com/wp-content/uploads/2016/11/Untitled-330-3-2.jpg

estratti dal videocast di David Icke, di augurio di inizio anno 2017 e qui tradotto interamente:
http://www.thelivingspirits.net/david-icke-in-ita/david-icke-il-2016-la-fine-dell-inizio-nel-2017-una-via-di-uscita-prendiamola.html



(...) Donald Trump è ora la grande speranza di tantissimi in USA, che credono che il sistema gestito dalla elite li abbia abbandonati, che non si cura di loro  e li abbia portati ad una mera sopravvivenza. Ecco allora che arriva Trump sulla scena e come fanno tutti i politici che cercano di essere eletti, dice quello che la gente vuole sentirsi dire. Ma una volta che assumono la carica, fanno tutti quello che veniva fatto prima. Lo stesso è con Trump. È ridicolo pensare che costui avrebbe spalato via la melma. Se osserviamo le sue scelte per il governo, sono ben lontane dall'essere forze di drenaggio della palta... anzi ne aggiungono. 
I cosi tanti nei media alternativi, che lo sostengono… non è esattamente ciò che dovrebbero fare… Cio’ che i media alternativi dovrebbero fare è infatti mettere in discussione il sistema. Costoro invece stanno trovando per Trump delle scuse, come fu per Obama.

Abbiamo ora Trump che passa il controllo della economia americana a Goldman Sachs, nella forma di Steve Mnuchin, da lungo tempo uomo Goldman Sachs e ora Segretario del Tesoro. Il presidente di Goldman Sachs, Gary Cohn, guiderà il Consiglio per l’Economia Nazionale. Come ho appena detto che classicamente succede, Trump nella sua campagna politica attaccava la Goldman Sachs ed ora nomina i suoi uomini a gestire la sua politica economica. Veramente pensate che tutto questo sia in favore della gente? Pensate che questo sarà “populista”? Abbiamo poi Wilbur Ross, Segretario al Commercio: un altro miliardario. Un gabinetto di miliardari. Ross lavorato per 24 anni per i Rothschild. Poi abbiamo Andrew Puzder, Segretario al Lavoro, chi si oppone a cose come il salario minimo. 

Quindi l'idea che Trump sia anti-establishment, è totalmente ridicola. Ciò che c'è stato di buono nel sostenere Trump, è l'emergere di questo indicatore:  la gente lo aveva percepito come tale (anche se non lo è di fatto). Questo infatti ci dice dove sono le persone nella loro visione del mondo. E questo è incoraggiante.

Ora si mantiene la parola, ci potrebbero essere buone cose, ma SE lo farà…In due mesi, infatti, ha detto una cosa e poi tutt’altra. Ma se veramente respingerà la bufala del Global Warming (che esiste solo per cambiare la società, come vado dicendo da anni nei miei libri), sarà buona cosa. Lo stesso se otterrà migliori relazioni con i Russi. Se la Clinton fosse stata eletta, la guerra con la Russia sarebbe stata  immediata.Tuttavia anche SE questi due punti importanti fossero mantenuti da Trump, dobbiamo fare molta attenzione… l'elefante nel salotto di Trump, probabilmente un salotto molto vasto, è che Trump è un uomo di Israele, giusto o sbagliato che sia. Questo presidente sarà quello più pro-Israele a cui io abbia mai potuto pensare in tempi moderni o  nel presente. Darà a Israele tutto ciò che vorranno. 

Ed una delle cose che Israele vuole, è  la distruzione dell’Iran. Alcune delle  emails trapelate, inviate dall'ex è segretario di Stato Colin Powell, rivelano che Israele ha centinaia di missili nucleari pronti per l’Iran. Abbiamo poi avuto  la militarizzazione operata da Trump, relativamente ai posti governativi che dovrebbero essere civili, come il Segretario della Difesa, che ora è un militare soprannominato Mad Dog (cane pazzo) , ovvero il generale della Marina James Mattis… si, qualcuno che si è guadagnato quel soprannome, è proprio quello che vogliamo che governi il Pentagono, giusto? Abbiamo avuto notizie di Mattis: "mi fa piacere uccidere la gente" (“it’s fun”, divertente). Si si, è l'uomo giusto per il Pentagono.
 

Poi abbiamo il consulente per la Sicurezza Nazionale, Flynn: un altro militare. I due hanno una visione comune: non sopportano l’Iran. Rieccoci… lo vedono come il maggior pericolo. Beh, al momento Iran e Russia e Cina sono alleati. Non ultimo in Siria. Se partono a colpire l’Iran, coinvolgeranno anche Cina e Russia.
A meno che, e non sono sicuro sia il piano, tirino dentro la Russia per rompere così l'alleanza con la Cina. Il solo fatto che Trump stia parlando di migliorare le relazioni con la Russia, non significa che sia un uomo di pace. La Cina è un obiettivo da lungo tempo e Trump non è ancora entrato in carica. Dunque tutta la faccenda con Trump come un uomo di Israele, è molto importante per vedere dove andrà la sua presidenza. Che Dio ora aiuti i Palestinesi!

Trump ha mostrato estremo fanatismo sionista per il suo ambasciatore in Israele e altrettanto per le sue negoziazioni internazionali, incluse quelle tra Israele Palestina. Non prenderanno decisioni favorevoli ai Palestinesi. Faranno  quel che un altro fanatico, Mr Netanyhau, vuole che loro facciano. E Israele, ovvero i Rothschild, che lo hanno creato, ora hanno il loro veicolo nella Casa Bianca. Noterete quanto più belligeranti Netanyahu e il suo regime sono diventati, da quando Trump ha vinto, perché sanno che il loro uomo è al potere.

l-inganno-della-percezione-libro-87075 
 
Abbiamo anche Trump che dice che l’ambasciata USA sarà spostata da Tel Aviv a Gerusalemme… straordinaria la provocazione per i paesi vicini e i Palestinesi. E dice anche che riconoscerà Gerusalemme come la capitale di Israele. Piccolo dettaglio…
Se osservate i nominati da Trump, vedrete che l'economia americana è  stata messa nelle mani dei Sionisti della Goldman Sachs e degli impiegati dei Rothschild. Nel Pentagono e nella Sicurezza Nazionale, abbiamo due persone che si sono opposte con veemenza all’Iran, che Israele ha come obiettivo.

Chi osserva agli eventi da vicino, sa che l'organizzazione totalmente controllata da Sionisti, che si chiama Project for the New American Century (Progetto per il Nuovo Secolo Americano), nel 2000 aveva pubblicato una lista di paesi, in cui essi volevano il “regime change”. Chi scrisse il documento andò poi al potere con Bush jr. e così cominciarono a spuntare la lista: Iraq, Libia, Siria… ma in quella lista c'era anche l’Iran. Dunque Iran , e annessi e connessi, sarà molto probabilmente la parola chiave nell’ Amministrazione Trump".

 fonte: http://www.thelivingspirits.net/david-icke-in-ita/david-icke-il-2016-la-fine-dell-inizio-nel-2017-una-via-di-uscita-prendiamola.html

Nessun commento: